L’Ospedale Virtuale dell’IRCCS “S. de Bellis - Dott. Pasquale Marino – Laboratorio di Informatica Medica

 

Negli ultimi anni si sta assistendo a cambiamenti culturali e comunicativi della società, ed Internet ne è uno degli principali artefici. Tali cambiamenti hanno investito anche il mondo della sanità, la diffusione della rete Internet sta modificando il modo di fare assistenza ed il rapporto medico-paziente1.

La facilità di accesso alla rete e la crescente necessità, da parte di tutti, a raggiungere una maggiore autonomia decisionale nella gestione della propria salute, porta gli utenti ad un auto reperimento delle informazioni mediche.

“Medicina” è uno dei termini più ricercati nella rete, e sono più di 15mila i siti di informazione sanitaria nati sul web in breve tempo2. Grazie ad Internet ci si può collegare con tutto il mondo ed accedere a fonti di informazione pressoché infinite.

Il pensiero di Aristotele, che vede nella Medicina non tanto la capacità di guarire una malattia quanto la capacità di accompagnare il malato lungo il processo di guarigione, che è il malato stesso a guidare, è quanto mai vero nella realtà contemporanea3.

Il paziente/utente oggi vuol divenire, sempre più, soggetto attivo del suo percorso di cura, e di qui la necessità, sempre crescente, di essere informati sulle varie patologie e relative cure, in modo da acquisire coscienza rispetto ai trattamenti proposti.

Tutto ciò è reso evidente proprio dalla crescente domanda di richiesta nel web di informazioni mediche. Internet consente di superare la solitudine della malattia, di diventare soggetto attivo nell’interazione con le strutture e gli operatori. Per essere rassicurati ed eliminare i propri dubbi basta una semplice telefonata e un computer ed il gioco è fatto!4

 

La tendenza diffusa ad orientarsi verso la globalizzazione, ha favorito lo sviluppo di Internet come strumento fondamentale per realizzare quella comunicazione planetaria che supera i confini geografici, politici, etnici culturali e religiosi. In questo clima il connubio tra nuove tecnologie e medicina risulta vincente5.

Il mondo della salute on-line, infatti, è in continua evoluzione, l’assistenza medica entra in rete ed Internet è sempre più sensibile nei confronti delle fasce della popolazione meno fortunate come i malati. Le nuove tecnologie dell’informazione offrono numerose opportunità anche al settore sanitario, un esempio è la telemedicina, che sicuramente evolverà in modo esponenziale nei prossimi anni.

La telemedicina è l’esercizio di un atto medico a distanza, durante il quale il paziente viene esaminato pur non essendo fisicamente presente.

Dal punto di vista tecnologico grazie alla disponibilità di collegamenti affidabili e ad un costo sempre più contenuto, alla riduzione degli investimenti per l’hardware e allo sviluppo di Internet, la sua operatività ed applicabilità è divenuta realistica6.

La telemedicina, infatti, permette la creazione di una rete integrata di servizi medici, che vanno dalla consultazione alla diagnosi e terapia chirurgica, dalla tele-assistenza alla tele-didattica, fino alla creazione di veri e propri sistemi informativi per lo scambio di competenze tra gli specialisti del settore. I fruitori di questi servizi non sono quindi solo i pazienti ed i loro familiari, ma anche il personale medico e paramedico con aspetti differenti7.

 

In questa logica le Aziende Sanitarie, e quindi anche gli IRCCS, hanno pieno diritto e dovere di entrare a far parte della comunità medica ‘internetiana’ con l’obiettivo di migliorare la comunicazione con i cittadini.

Non a caso un settore di ricerca del nostro Istituto riguarda l’applicazione della tecnologia Internet/Intranet alla Medicina ed in particolare applicata alla comunicazione tra operatori ed utenti. L’insieme dei metodi realizzati per tale interscambio viene spesso definito col nome di “Ospedale Virtuale” e solitamente prevede funzioni per la  comunicazione telematica ed impersonale tra utenti e struttura sanitaria.

Tale tipo di comunicazione ha vantaggi e svantaggi ed implicazioni di tipo psicologico ed etico non trascurabili. Ad esempio la possibilità data da tale tipo di comunicazione di esporre allo specialista le proprie problematiche cliniche senza doversi necessariamente recare presso la struttura sanitaria permette di attivare una forma indiretta di prevenzione, oppure permette di interpellare diversi specialisti al fine di ottenere una visione più completa della problematica, evitando anche il moltiplicarsi dei costi dovuti a cure inadeguate. La disponibilità di informazioni dettagliate sempre aggiornate sui trattamenti fruibili, sulle prestazioni, sui tempi, sugli orari, sull’organizzazione in genere, agevola il cittadino e ne facilita l’accesso alle strutture sanitarie. La digitalizzazione delle informazioni cliniche dei pazienti permette il rapido interscambio di dati tra diversi ospedali e la loro facile reperibilità su Internet, pur controllata, può costituire ulteriore vantaggio per gli operatori ed  i pazienti.

L’Ospedale Virtuale viene così da noi concepito come un’alternativa concreta ai canali di comunicazione tradizionali. I nostri utenti devono poter ritrovare o richiedere su di esso tutte le informazioni necessarie, possibilmente in tempo reale. L’adozione di tecniche per l’ “usabilità” del sito e l’utilizzo di pagine dinamiche ci permettono di personalizzare ed adattare sull’utente le funzionalità ed i contenuti.

 

La comunicazione si basa principalmente sulla rete pubblica Internet per l’esterno e su reti locali per l’interno. Le funzionalità dell’Ospedale Virtuale sono accessibili dal sito WEB dell’Ente (http://www.irccsdebellis.it) e/o dalla rete Intranet dell’Istituto.

Il sistema è basato essenzialmente su tecnologia WEB e linguaggi HTML, Javascript ed ASP.

La costruzione del nuovo sito dell’Ospedale Virtuale è in fase avanzata di sviluppo ed è già ampiamente utilizzabile dall’interno dell’Ente.

 

Di seguito ne vediamo la strutturazione. La home page presenta tre sezioni:

 

Ø     Profilo Utente. Il Profilo Utente permette di definire percorsi ottimizzati a seconda della tipologia di utente connesso da scegliere tra i seguenti: Generico, Operatore Sanitario, Paziente, Fornitore, Altro Ente, Ricercatore/Studente.

Ø     Aree di Interesse. Le Aree di Interesse definiscono i contenuti e le funzionalità del sito.

Ø     Assistente Virtuale. L’ Assistente Virtuale è una funzionalità che dovrebbe permettere all’utente di interagire con un  agente intelligente per l’ottenimento di informazioni relative a specifici quesiti diagnostici e terapeutici.

 

 

Le Aree di interesse previste, rappresentate da icone circolari, sono le seguenti:

 

1.     Area Conoscitiva

2.     Area Educativa

3.     Area Interattiva o dei Servizi on line

4.     Area Pazienti

5.     Area Comunicazioni

6.     Area Intranet/Integrativa

 

L’Area Conoscitiva contiene pagine informative sull’Ente, sulla sua ubicazione, sulla organizzazione dei servizi, sulle prestazioni erogate e loro costi e tempi di attesa, sulle attività assistenziali e di ricerca. Inoltre prevede l’accesso ad un’utile rubrica telefonica con la quale è possibile ottenere dinamicamente numeri di telefono ed indirizzi e-mail di ogni dipendente dell’Ente.

 

L’Area Educativa è dedicata all’aggiornamento ed alla Formazione. Prevede pagine dedicate all’approfondimento di casi e tematiche clinico-scientifiche realizzate dai nostri ricercatori (attualmente sono disponibili pagine sulla Dispepsia, sull’Elettrogastrografia cutanea, sui Breath tests, sulle Reti Neurali Artificiali). Contiene elenchi delle nostre pubblicazioni scientifiche. Prevede un’area dedicata all’educazione continua in medicina (dovrà contenere corsi on line), mentre alcune pagine dedicate alla nostra Biblioteca riportano l’elenco di tutte le riviste a cui siamo abbonati.

Per avere una panoramica mondiale è stata inserita una selezione di siti Internet di altre istituzioni (prevalentemente Università ed Ospedali Americani). Inoltre alcune pagine dedicate alla Medicina basata sull’Evidenza permettono l’accesso ad un’ampia varietà di fonti informative on-line.

Quest’area sarà sicuramente una delle più movimentate da aggiornamenti e modifiche.

 

L’Area Interattiva o dei Servizi on-line è dedicata ai programmi che permettono agli utenti di interagire direttamente con l’Ospedale. La funzione Consulenza On-line permette agli utenti di inviare quesiti ai nostri specialisti e di visionare  i quesiti già richiesti. Una versione via e-mail di questo servizio, già attivo da alcuni anni, è stata oggetto di un nostro recente studio, in fase di pubblicazione. In quest’area ricadono il servizio di prenotazione delle prestazioni (attualmente funzionante via e-mail) e altre funzioni di consultazione e ricerca.

 

L’Area Pazienti è dedicata all’assistenza a distanza. Un progetto di ricerca in itinere prevede l’implementazione dell’Ambulatorio Telematico Virtuale che si propone di seguire da casa pazienti con patologie croniche quali Diabete, IBD, Epatopatie croniche, IBS, etc.. al fine di: ottimizzare e personalizzare la terapia ed il processo di cura; ridurre le liste di attesa e la necessità per i pazienti di spostarsi per i controlli periodici; ottenere una diversa organizzazione dell'attività ambulatoriale con ottimizzazione dei tempi da dedicare prevalentemente alla prima visita; allargare il bacino d'utenza dell'Ente; migliorare l'integrazione tra Specialista, Medico di Base e Paziente; diminuire i ricoveri inappropriati. Inoltre tale strumento potrebbe essere utilizzato anche per : farmacovigilanza, ricerca, e telelavoro. Fa parte di questo progetto la sperimentazione della cartella clinica on-line con la possibilità di esaminare i referti degli esami diagnostici effettuati presso il nostro Istituto.

 

L’Area Comunicazioni è stata prevista per la pubblicazione on-line di: bandi di gara per appalti e concorsi,  locandine di convegni e manifestazioni, e vari tipi di documentazione.

 

L’Area Intranet-Integrativa è utilizzata solo per scopi interni e contiene sezioni del sistema Informativo dell’Ente portate su WEB. Alcune di queste sono: il sistema di reporting del Controllo di Gestione che permette di ottenere dinamicamente, a vari livelli di dettaglio, rapporti sui costi e ricavi di ciascun centro di responsabilità., il Sistema Informativo Ricerca (SIDS) che permette di interrogare dinamicamente on line il database dei progetti di ricerca corrente dal 1995 ad oggi, il sistema di analisi delle SDO-DRG che permette di ottenere elaborazioni in tempo reale sui dati contenuti nelle Schede di Dimissione Ospedaliere, un’area Download per l’aggiornamento centralizzato degli anti-virus e l’installazione di programmi di utilità, ed altre.

 

L’Assistente Virtuale è un settore innovativo del sito che prevede la sperimentazione di programmi di Intelligenza Artificiale applicata alla medicina. In particolare stiamo realizzando applicazioni che utilizzano le Reti Neurali Artificiali nella diagnostica strumentale e nella terapia assistita. In futuro prevediamo di inserire sistemi di ausilio diagnostico, utili alla prevenzione e diagnosi precoce di alcune patologie gastroenterologiche. Attualmente è presente un prototipo di rete per la lettura automatizzata del Breath-test al lattosio8.  


 

NOTE BIBLIOGRAFICHE E TELEMATICHE

1.     M. Panarelli, Sanità: da oggi si guarda in rete, [Online] 2001 [visitato il 05/06/2001] URL: http://www.idgworld.it (Archivio Magazine)

2.     S.Torrengo, E. Nicolosi, Mediconline, una rubrica di consulenza medica in Internet, Informatica ed enti locali, n°10, 2001

3.     S. Bartoli, Internet e chirurgia, (Online) [visitato il 05/06/2001] URL: http://www.acoi.it/acoimedia_stefano.htm

4.     M. Malagutti, Web e salute, (Online), 2001 [visitato il 07/01/2002] URL: http://www.dica33.it/argomenti/sanita/filo1.asp

5.     M. Naccari, Sanità, se il problema persiste… consultare la rete, [Online] 2001 [visitato il 06/03/2002] (Area Sociale->Sanità) URL: http://www.smau.it/

6.     E. Lucchesini, Telemedicina, (Online) [visitato il 11/03/2001] URL: http://www.dica33.it/argomenti.asp

7.     R. Wootton; Telemedicine: a cautious welcome; BMJ, Vol. 313, 30/11/1996

8.     P. Marino et all; Integrazione di una Rete Neurale Artificiale per la lettura automatica del Breath-test nel sistema di gestione computerizzato della cartella clinica ospedaliera. (Atti del X Congresso Italiano di Informatica Medica - Taranto 15-17 ottobre 1998)