Dl taglia-deficit: via libera dalle commissione Finanze e Bilancio del Senato; entro mercoledì il "sì" dell'aula



Via libera delle commissioni Finanze e Bilancio del Senato alle norme sui farmaci previste dal decreto legge per il contenimento della spesa pubblica. Si è concluso oggi, senza modifiche rispetto al testo approvato dalla Camera, l'esame congiunto del Dl "taglia-deficit" che adesso approda in Aula. Il sì definitivo dovrebbe arrivare entro mercoledì prossimo: i tempi, infatti, sono piuttosto stretti, visto che il decreto deve essere convertito entro il 16 giugno.

Nessuna modifica, sottolinea soddisfatto il senatore forzista Salvatore Lauro, è stata apportata all'articolo 3 del Dl, quello con le nuove norme sul prezzo dei farmaci, sulla durata dei brevetti e sui congressi medici. Il testo approvato dalla Camera a metà maggio prevede il taglio del 5% del prezzo dei farmaci rimborsati dal Ssn, ma solo per il 2002. Sono escluse le specialità che costano meno di 5 euro, gli emoderivati e i farmaci a Dna ricombinante.

L'assemblea di Montecitorio ha allentato, inoltre, la stretta sui convegni e congressi scientifici: dovranno essere dimezzati solo quelli organizzati all'estero, mentre nessun "taglio" sfoltisce le iniziative scientifiche in Italia, come prevedeva il testo originario del provvedimento.

Più leggero anche il giro di vite sulla durata dei brevetti, accorciata di 6 mesi l'anno dal 2004. Una riduzione più 'soft' di quella stabilita all'inizio, confermata anche dalle commissioni nonostante il parere espresso ieri
dall'Antitrust.

Fonte : Sole 24ore sanita                                          Torna a News