Fonte:        24Ore Business                                   

 

Bindi, Dpef: "Premesse non incoraggianti"



«Tutto si tiene: lavoro, salute e pensioni e si vedrá nel Dpef se il governo ha intenzione di dare futuro ad un sistema di garanzie sociali equo e moderno». Č quanto afferma Rosi Bindi, responsabile Politiche sociali della Margherita, che osserva: «Le premesse sono tutt'altro che incoraggianti» visto che «sono sempre piů esplicite le ammissioni di voler liquidare il Servizio sanitario nazionale per far posto ad un sistema a due velocitá: le assicurazioni private per i ceti medio alti e la sanitá pubblica per i meno abbienti e i poveri».

«Non c'č paese sviluppato in cui un sistema assicurativo costi meno del servizio sanitario nazionale e per averne conferma basta prendere lo studio dell'OMS sui sistemi sanitari del mondo -dice- Le bugie hanno le gambe corte e i cittadini, come la Corte dei Conti, prima o poi se ne accorgono. Noi siamo pronti ad un confronto serio e documentato sugli effetti, sia in relazione ai risultati di salute che alle conseguenze economico-finanziare, dei modelli assicurativi in sanitá. Il governo č in grado di fare altrettanto, in un dibattito in Parlamento, sul diritto alla salute degli italiani?».


 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete 18.6.2002   -   Torna a news