Esercizio fisico mirato per prevenire le fratture vertebrali da osteoporosi


Uno studio condotto presso la Mayo Clinic indica l’esercizio fisco come buona prevenzione per le fratture vertebrali da ridotta densità ossea. In un campione di donne in età postmenopausale, un programma specifico durato 24 mesi ha permesso di ridurre di tre volte le fratture a distanza di 10 anni.

27/06/02 – Uno studio prospettico su 50 donne in menopausa indica che un serio programma di esercizio fisico per rinforzare i muscoli dorsali può prevenire le fratture vertebrali da osteoporosi.
Una equipe mista della Mayo Clinic di Rochester e dell’università di Akita in Giappone ha valutato cinquanta donne (densità ossea e forza dei muscoli estensori della colonna, numero di fratture) all’inizio del follow up, dopo due anni di esercizi (o di nessuna attività specifica, nel caso del gruppo di controllo), e infine dopo otto anni dalla cessazione del programma di allenamento. L’effetto sembra abbastanza consistente: l’incidenza delle fratture sarebbe infatti quasi tre volte più bassa nelle donne che avevano seguito il programma di esercizi fisici.
Gli autori della ricerca hanno notato che, nonostante il naturale deperimento fisico, queste persone mantenevano una maggiore potenza nella muscolatura dorsale rispetto alle altre; non c’erano invece differenze nella densità ossea. Alla fine, i rilievi hanno indicato che fra i 322 corpi vertebrali esaminati nel gruppo di controllo, 14 (il 4,3 per cento) avevano subito fratture: nel gruppo di intervento le fratture erano state solo 6 (1,6 per cento) su 378 corpi vertebrali. Va precisato, puntualizzano gli autori, che il dato si riferisce a una popolazione non osteoporotica all’inizio dello studio: il in linea generale la raccomandazione di un esercizio fisico mirato potrebbe essere considerato ben fondato come prevenzione per le fratture vertebrali, in modo particolare per le donne che presentano uno o più fattori di rischio per l’osteoporosi.


 

Fonte: Il Medico di famiglia

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete 27.6.2002   -   Torna a news