Salute mentale: aumentano i posti letto sul territorio, ma scatta l'allarme qualità

Salute mentale: la parola d'ordine è più territorio e meno ospedale. E i posti letto nelle strutture psichiatriche residenziali crescono ? secondo l'ultima rilevazione del ministero della Salute, comunicata al neo-nominato Osservatorio sulla Salute mentale ? dagli 11mila del 1998 ai quasi 17mila del 2001. Il risultato supera le previsioni di dotazione minima prevista nei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e nel Progetto obiettivo «Tutela della Salute mentale». Al contrario, restano stabili i posti letto nelle strutture di ricovero, passate in quattro anni dai 5.026 del 1998 ai 5.200 del 2001.

Una conferma dell'abbandono della filosofia del ricovero a favore dello sviluppo dell'assistenza sul territorio. Che però non fa gioire gli esperti, attenti ora a verificare il ?fattore qualità?.

Il territorio. Il riferimento numerico ufficiale è un posto letto ogni 10mila abitanti secondo i Lea e due ogni 10mila abitanti secondo il Progetto obiettivo, che tiene conto della necessità di dotazioni maggiori nelle Regioni in cui erano presenti strutture manicomiali. In sostanza, si passa da una dotazione minima indicata come necessaria di 5.700 posti letto a una di 11mila posti letto sul territorio, abbondantemente superata in entrambi i casi dai 16.833 rilevati nel 2001, con un tasso di 2,91 per 10mila abitanti.

Le Regioni con un tasso più elevato sono Abruzzo (7,66), Molise (6,28), Basilicata (5,66), Umbria (5,17), Liguria (4,77) e Piemonte (4,44). Il tasso più basso al contrario si riscontra in Valle d'Aosta (0,66), Lazio (1,50), Campania (1,89) e Lombardia (1,94). Al contrario, hanno registrato una diminuzione Emilia Romagna (-383, con un tasso di -1,00) e Friuli Venezia Giulia (-66, con un tasso di -0,55).

Ma, sottolineano gli esperti dell'Osservatorio, il solo dato quantitativo non consente giudizi complessivamente positivi sull'offerta di residenzialità psichiatrica. Come ha dimostrato una ricerca condotta nel 2000 dall'Istituto superiore di Sanità, la funzione territoriale sembra tendere verso una nuova ?istituzionalizzazione?, considerate le scarse dimissioni (il 76% degli adulti che esce da una struttura vi rientra nell'arco di un anno), le contenzioni, i tassi di suicidi (40 volte maggiori che tra la popolazione ?normale?).

In sostanza, il rischio ? e il timore ? è che il territorio si possa trasformare in uno pseudo-manicomio, in cui i malati entrano in cura e non escono più, mentre il suo ruolo dovrebbe essere quello di facilitare l'assistenza dei malati vicino ? e a supporto ? alle famiglie. E nelle strutture residenziali c'è anche il problema del personale da risolvere a stretto giro: il 27% dei responsabili, infatti, non ha in realtà ancora una qualifica ben definita.

Gli ospedali. Al di là del territorio, l'analisi del ministero fornisce poi i dati sui posti letto ospedalieri psichiatrici pubblici (servizi psichiatrici di diagnosi e cura, day hospital e cliniche universitarie). Sono in tutto 5.200, con un tasso per 10mila abitanti di 0,90 posti letto. Le Regioni più dotate sono la Valle d'Aosta (1,91), il Veneto (1,74) e il Friuli Venezia Giulia (1,69). Il tasso più basso è in Umbria (0,39), Lazio (0,53), Sardegna (0,60) e Campania (0,64).

Rispetto al 1998, nel 2001 si registra un sostanziale stallo, con soli 74 posti letto in più (0,003 posti letto ogni 10mila abitanti). L'offerta di posti letto ospedalieri si avvicina ? ne mancano solo 500 ? allo standard previsto dal Progetto obiettivo e dai Lea (uno ogni 10mila abitanti) e le Regioni in linea sono Valle d'Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Abruzzo e Molise, con un propensione maggiore al ricovero al Nord rispetto al Sud.

Ma nel mirino dell'Osservatorio anche in questo caso non sono tanto i numeri, quanto la qualità. E le verifiche per ricoveri e territorio, giurano gli esperti, rappresentano ormai una priorità assoluta.
(3 giugno 2002)

Chiara Bannella, Paolo Del Bufalo (da Il Sole-24 Ore del Lunedì)



Fonte: Il Sole24 ore                        Torna a News