Fonte:        24Ore Business                                   

Abruzzo: gli analisti di Standard & Poor's pensano ad un aumento del rating



All'orizzonte della Regione Abruzzo si profila un aumento del rating di Standard & Poor's, (attualmente fissato ad "A") per l'impegno nel "raggiungere un pareggio strutturale del bilancio corrente nel breve periodo e, entro il 2004, coprire i disavanzi pregressi della Sanitą anche aumentando le entrate, ma senza ricorrere al finanziamento del debito".

A registrare prospettive "positive" sono gli analisti di Standard & Poor's. Un giudizio, quello espresso, sostenuto da una "economia dinamica", un "costo della vita relativamente basso, come indicato da un Pil pro-capite inferiore del 15% rispetto alla media europea",un livello "moderato sebbene crescente del debito finanziario pari
al 34% delle entrate correnti a fine 2001, in aumento rispetto al 23% del 1996" e "risultati di bilancio stabili".

I limiti del rating "A" della Regione Abruzzo sono invece i "disavanzi strutturali fuori bilancio della Sanitą mediamente pari al 3% delle entrate correnti negli ultimi tre anni" e la "contenuta flessibilitą del bilancio" che deriva dalla concentrazione della spesa corrente nella Sanitį.

 

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  04.07.2002   -   Torna a news