Fonte:        24Ore Business                                   

In "Gazzetta" il quarto decreto taglia-pillole: è il n. 138/2002

E' entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale" il decreto legge 8 luglio 2002, n. 138 su "Interventi urgenti in materia tributaria, di privatizzazioni, di contenimento della spesa farmaceutica e per il sostegno dell'economia anche nelle aree svantaggiate". (GU n. 158 del 8-7-2002)

Il provvedimento prevede un Prontuario asciutto ed economico, l'altolà agli automatismi da categoria terapeutica omogenea, lo stretto rispetto dei livelli di spesa programmati; rimborso Ssn tarato sul listino più economico in commercio.

Ma i ticket no. «Non saranno necessari - aveva promesso Sirchia - ci sono operazioni più fini» E a giudicare da come è andata, la finezza suprema sta nell'essere riusciti a non toccare di una virgola il testo entrato venerdì sera a Palazzo Chigi.

La nuova manovrina farmaceutica dovrebbe valere, come previsto, 1,8 miliardi di euro (circa 3mila e 500 mld di lire).

Il pacchetto risparmio sulla farmaceutica - proposto e difeso dalla Salute e fortemente sostenuto dalle Regioni - non reca nessuno degli ammorbidimenti e delle aggiunte circolate fino a pochi minuti prima dell'approvazione.

Nessuno sconto. Le norme - come ampiamente anticipato già dalla settimana scorsa - disegnano una vera rivoluzione.

Cuore della manovra, il restyling del Prontuario terapeutico che la Cuf dovrà aggiornare annualmente ragionando di rapporto costo/efficacia. La prima attesissima edizione della lista - che dovrebbe risultare più asciutta del 15% grazie all'eliminazione dei ?doppioni? terapeutici più costosi - è attesa entro il 30 settembre.
(9 luglio 2002)


 

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  09.07.2002   -   Torna a news