Fonte:        24Ore Business                                   

Le Figaro critica la campagna antifumo di Sirchia



«La censura italiana vuol privare Bogart della sua sigaretta»: "Le Figaro" non risparmia oggi critiche al ministro della Salute Girolamo Sirchia per la sua campagna contro il fumo in Tv.

«Sirchia - scrive il quotidiano francese in uno sferzante commento in prima pagina - progetta dunque di creare un "comitato di vigilanza" con l'incarico di proibire ogni immagine positiva del tabacco alla televisione. Non si tratta di una commissione di censura ma ci assomiglia. Non si sa come sia la situazione in Italia ma in Francia un rapporto ha appena rivelato che a 11 anni due ragazzi su tre hanno già visto un film porno. La vigilanza ministeriale troverebbe senza dubbio un bersaglio più importante se si esercitasse con priorità in questo campo, così funesto per l'anima dei bambini come la nicotina per il corpo».

Le Figaro ha da obiettare anche all'idea di Sirchia che con i suoi stereotipi il cinema - Humphrey Bogart in testa - ha incoraggiato il vizio: si chiede se avendo visto i film di Stanlio e Ollio il ministro italiano «tira correntemente delle torte alla crema sul viso dei suoi interlocutori».

Per il quotidiano parigino la lotta contro il tabagismo è «un progetto lodevole» ma non bisogna arrivare al punto di proibire il patrimonio cinematografico mondiale dal piccolo schermo o da tagliarne le scene con fumo durante i passaggi in Tv.

 

 

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  30.07.2002   -   Torna a news