Presto negli Usa pubblicità via etere del test genetico per le mutazioni Brca


Arriverà a settembre anche uno spot per pubblicizzare negli Stati Uniti il test genetico sulla mutazione responsabile di alcuni tumori mammari. Per i medici si accrescono le difficoltà nel governare richieste non sempre appropriate

Se nei test genetici i medici hanno sempre visto uno strumento da utilizzare con la massima cautela, gli interrogativi etici sul loro uso potrebbero, per gli specialisti americani, raddoppiare a partire da settembre. Da questa data la Myriad Genetics affiderà anche a uno spot via etere la pubblicità del test genetico BRACAnalysis per individuare le mutazioni Brca1 eBrca2 responsabili delle forme ereditarie (oltre che più aggressive) di tumore mammario.
Se alcuni medici ritengono che ciò potrà aumentare la consapevolezza del pubblico in merito al rischio ereditario per alcune patologie, altri temono che lo spot possa causare più danni che benefici. I professionisti, dai medici di famiglia agli oncologi, potrebbero trovarsi a gestire un flusso di richieste non sempre appropriate, e il timore più diffuso è quello di vedere un aumento non controllato delle mastectomie preventive.
Il costo del test, che si aggira intorno ai 2800 dollari, non è coperto da tutte le compagnie assicurative, pertanto molti professionisti ritengono che l’impegno economico richiesto sarà sufficiente a imitare le richieste.
Un portavoce della Myriad ha assicurato che lo spot sarà indirizzato in modo specifico alle donne ad alto rischio, e conterrà un chiaro invito a parlare con il medico di fiducia della possibilità di fare il test. Non si conoscono altri dettagli sulla campagna pubblicitaria, ma sembra che le donne interessate non potranno ordinare direttamente il test senza la mediazione di una figura sanitaria

 

Fonte: Il Medico di famiglia

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete 30.07.2002   -   Torna a news