Avvio per  Osservatorio regionale prezzi e tecnologie

 

Parte in Puglia l’Osservatorio regionale per i prezzi e le tecnologie (Opt).  L’obiettivo è quello di consentire alla stessa Regione e alla Aziende sanitarie  di procedere a un’attività di rilevazione di tutti gli elementi (qualità, quantità, prezzo) dei beni e esercizi che costituiscono le voci di spesa del bilancio.  La parte informatica è stata affidata alla Svimservice,  la  società barese  che già gestisce, per conto della Regione, il SISR (Sistema Informativo Sanitario Regionale).

La specificità  dell’iniziativa  è costituita dal metodo di analisi dell’universo di beni e servizi: il monitoraggio infatti si applica non su un paniere ristretto, come di solito avviene, ma su tutte le tipologie di beni e servizi; non su un campione, ma su tutto l’universo dei beni, procedendo attraverso l’esame delle singole fatture d’acquisto e non più soltanto delle delibere.

L’utilizzo dei dati rivenienti dalle fatture di acquisto registrate ai fini della contabilità dalle Aziende Sanitarie, oltre a permettere un riscontro con i rispettivi dati di bilancio, consentirà da un lato di ottenere preziose informazioni relative alle quantità acquistabili e dall’altro di disporre dei prezzi effettivamente pagati  ai fornitori e come tali utili alle Aziende, non solo per i necessari confronti, ma anche per valutare la congruità dei prezzi di gara. L’inserimento dei dati avverrà in modo rapido e automatico, attraverso file di interscambio su supporto magnetico.

L’attività di monitoraggio interesserà prima quei settori merceologici per i quali risultano già risolti a livello nazionale i problemi di classificazione e codificazione dei prodotti (apparecchiature dall’annuario CIVAB, farmaci registrati dal Ministero della Salute, parafarmaci codificati, dispositivi medici classificati, ecc.) e sarà accompagnato da una fase accurata di addestramento all’uso dell’applicazione che riguarderà il personale interessato delle Aziende sanitarie.

“Il nuovo sistema di monitoraggio -  secondo il dott. Carlo Siciliani, Dirigente responsabile dell’Osservatorio regionale sulla  Spesa Sanitaria dell’Assessorato alla Sanità  - consentirà di agevolare le operazioni di acquisto dei beni da parte delle Asl, favorendo il confronto continuo indispensabile a scegliere le condizioni migliori e consentirà acquisti centralizzati da parte della Regione, che avrà la possibilità di dare indirizzi sugli acquisti e gestire un albo fornitori in modo rapido ed efficiente.” (16 maggio 2002)