Primo si di Palazzo Chigi al regolamento per l'organizzazione del ministero della Salute

Qualità, Innovazione, Prevenzione-Comunicazione: il new look del ministero della Salute all'epoca del federalismo, riparte da tre Dipartimenti e da 10 direzioni generali.

Un regolamento di riorganizzazione della macchina burocratica romana, su proposta del ministro Girolamo Sirchia, ha incassato il primo si al Consiglio di ministri di oggi, prima di affrontare i pareri di circostanza.

Per far fronte ai più limitati compiti che restano al ministero dopo la riforma del titolo V della Costituzione, il nuovo provvedimento propone un'organizzazione specificamente mirata a un'attività «di indirizzo e di supporto alle Regioni».

Tre dunque i nuovi dipartimenti. Anzitutto il «Dipartimento della Qualità»: che conterà tre direzioni generali (programmazione, Lea e principi etici; risorse umane e professioni sanitarie; sistema informativo) e che vuol essere una sorta di asse strategico, considerando in senso lato la qualità come elemento fondante del diritto alla salute.

Ci sarà poi il «Dipartimento dell'Innovazione»: forte anch'esso di tre direzioni generali (farmaci e dispositivi medici; ricerca scientifica e tecnologica; personale con organizzazione e bilancio), dovrà sostenere attività e interventi «di propulsione e vigilanza» per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica nonché la creazione di «reti integrate di servizi sanitari e sociali» per malati acuti, cronici, terminali, disabili e anziani.

Infine il «Dipartimento per la Prevenzione e la Comunicazione»: quattro direzioni generali (prevenzione; veterinaria e alimenti; comunicazioni e relazioni istituzionali; rapporti internazionali).

Sempre il Consilgio di ministri di oggi ha approvato anche un regolamento per l'esecutività di un accordo integrativo alla convenzione della maedicina generale che rimuove alcune limitazioni previste dall'accordo nazionale per i medici addetti al servizio penitenziario, in materia di massimale di assistiti e di partecipazione a forma associative