SANITA': ITALIANI 'SBORSANO' 361,52 EURO A TESTA L'ANNO

 

Roma, 15 mag. (Adnkronos Salute) - Curarsi costa agli italiani, che spendono di tasca propria 361,52 euro, a testa, l'anno, ben il 26% del totale della spesa sanitaria. Nel nostro Paese, le famiglie sborsano ormai 20 milioni di euro per la sanita'. Una quota destinata a crescere con il federalismo, assorbita dai ticket reintrodotti dalle Regioni per far quadrare i conti. Lo sottolinea Federico Spandonaro, professore di matematica finanziaria all'universita' Tor Vergata di Roma e autore del VII volume dei Quaderni di Assoprevidenza, dal titolo ''L'assistenza sanitaria complementare in Italia: un'opportunita' da non perdere'', presentato oggi a Roma.

 
''La spesa sostenuta dalle famiglie italiane per farmaci, prestazioni non rimborsate dal Ssn e cure 'private' - sottolinea Spandonaro - e' la piu' alta in Europa, ormai vicina ai livelli americani. Un segnale di iniquita' che potrebbe essere corretto potenziando il ricorso ai fondi sanitari integrativi, finora non sufficientemente incoraggiati dal quadro normativo''. Dati sulla diffusione dell'assistenza complementare, non ce ne sono, ma, secondo le simulazioni realizzate dall'autore per il volume, ''l'assicurazione integrativa costerebbe, in media, 750 euro l'anno, sfiorando i 900 euro per un anziano. Una famiglia di 3 persone spenderebbe 2.200 euro''. Attualmente, solo il 2-3% della spesa sostenuta dalle famiglie per servizi privati passa attraverso fondi integrativi. Per favorirne la diffusione, suggerisce Spandonaro, bisognerebbe innanzitutto ridefinirne i criteri di applicazione, superando le disposizioni che limitano la copertura dei fondi alle prestazioni non comprese nei livelli essenziali di assistenza.