Fonte:        24Ore Business                                          

Finanziaria: un "contributo" dai medici non in esclusiva

I medici che intendono lavorare nelle aziende sanitarie e svolgere anche un'attività professionale nello studio privato devono pagare alla Asl di appartenenza un contributo annuale pari a 5.000 euro.

Lo prevede un emendamento del relatore alla finanziaria.

Il rapporto di lavoro della dirigenza medica nelle aziende sanitarie é a tempo pieno ma può essere a carattere esclusivo o non esclusivo. Chi sceglie il rapporto esclusivo non può svolgere attività libero professionale extramoenia. Chi sceglie invece il rapporto non esclusivo perde l'indennità di esclusività e versare l'azienda
sanitaria il contributo di 5.000 euro l'anno.

Le disposizioni si applicano anche ai medici universitari, ai professori universitari di prima e seconda fascia e ricercatori.

Gli attuali rapporti di lavoro della dirigenza sanitaria sono trasformati nel nuovo rapporto di lavoro unico e a tempo pieno. I dirigenti attualmente a rapporto esclusivo lo conservano salvo l'opzione per l'altro tipo di rapporto.

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  07.11.2002   -   Torna a news