Fonte:        24Ore Business                                          

Tangenti: per Sirchia la Cud sarebbe un primo passo per combatterle



La nascita della Commissione unica per la diagnostica (prevista nella Finanziaria all'esame del Parlamento e osteggiata dalle imprese di Assobiomedica) non sarà certo la soluzione per evitare le tangenti sanitarie, ma è un primo passo. Ne è convinto il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, che ha commentato così i risultati dell'inchiesta che ha portato all'arresto di due cardiochirurghi delle Molinette di Torino.

Ma Sirchia ha anche difeso il "buon nome" della Sanità italiana e non è voluto entrare nello specifico della vicenda. "Negli ospedali la regola non è quella di rubare - ha detto - ma certo questo può accadere".

"E' possibile stabilire per gli acquisti che gli ospedali devono fare - ha detto il ministro - una banda di oscillazione dei prezzi per ogni tipo di prodotto. Questo già avviene nell'edilizia. Basti pensare , ad esempio, che per le lenti che vengono utilizzate per gli interventi di cataratta, il prezzo può variare dei 25 ai 150 euro. Fatto questo bisognerà stabilire il miglior rapporto qualità prezzo".

Così gli ospedali, ha aggiunto il ministro, potranno agevolmente controllare le offerte sul mercato. Ma l'obiettivo, ha tenuto ha precisare, non è quello di spingere gli ospedali ad acquisti troppo economici che "possono non essere di qualità". Ultimo passaggio è quello dei controlli. La commissione Cud sui dispositivi medici che si occuperà di stabilire questi criteri, ha assicurato Sirchia, nascerà appena la legge entrerà in vigore.

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  05.11.2002   -   Torna a news