Fonte:        24Ore Business                                        

Sirchia: per restare in salute segurie la regola delle "4 M"

No all'hamburger fritto nel grasso o alle merendine, sì ad alimenti sani e nutrienti, poveri di grassi. E' la ricetta dei diabetologi che oggi a Roma hanno organizzato un convegno in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, dedicata quest'anno alle patologie oculari che questa malattia comporta. Gli esperti hanno documentato come il diabete sia una patologia in fortissima espansione e come rappresenti il fattore di rischio più importante delle patologie cardiovascolari, oggi la prima causa di morte.

"Come dire che il diabete rappresenta per la prima parte del terzo millennio quello che l'Aids ha rappresentato per la fine del secondo millennio - ha detto il presidente dell'Associazione Medici Diabetologi, Marco Comaschi - Con dei costi altissimi per il paziente e per la società visto che questa patologia "assorbe" mediamente, nei Paesi industrializzati una cifra che oscilla dal 7 al 10 per cento della spesa sanitaria nazionale, soprattutto in conseguenza delle complicanze". E' necessario, dunque, modificare alcuni comportamenti della popolazione più giovane, dei bambini, stimolando l'attività fisica ma anche, come ha proposto il presidente della Federazione
Italiana del Diabete, Massimo Massi Benedetti, "favorendo con incentivi fiscali la produzione industriale di prodotti alimentari più sani rispetto a quelli economicamente più convenienti ma deleteri per la salute".

E in questa occasione il ministro ha riproposto la regola delle quattro 'M' per stare bene: mangiare il minimo e muoversi il massimo, seguendo una massima della scuola medica salernitana.

Massima rispolverata da Girolamo Sirchia, per fare passare in occasione della giornata nazionale del diabete, il principio della prevenzione.

«La salute non si difende solo con il servizio sanitario nazionale - ha spiegato il ministro - ma cambiando anche i propri stili di vita. Il 62% degli italiani non fa movimento mentre bisognerebbe fare almeno 10.000 passi al giorno, circa 5 chilometri, e fare attività fisica quotidianamente tre quarti d'ora».

Per cominciare , ha aggiunto Sirchia, si possono fare le scale a piedi. E Sirchia, ha anche annunciato l'avvio della campagna del ministero per una sana alimentazione: 26 miliardi di vecchie lire da utilizzare per pubblicità progresso e altre forme di informazione.

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  14.11.2002   -   Torna a news