Fonte:        24Ore Business                                   

 

Senato: sì agli Irccs-Fondazioni e alla stretta sul fumo

Doppia "vittoria" per il ministro della Salute, Girolamo Sirchia. L'Aula del Senato ha approvato oggi, con il collegato ordinamentale sulla Pubblica amministrazione alla Finanziaria 2002, due dei progetti più cari al ministro: il primo - duramente osteggiato dall'opposizione che grida alla svendita dei gioielli del Ssn - prevede la trasformazione degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico in Fondazioni aperte alla partecipazione dei capitali privati, ferma restando la loro "natura pubblica". Gli Irccs, se la riforma sarà approvata anche da Montecitorio, saranno guidati da un Consiglio d'amministrazione composto prevalentemente da membri nominati dalle istituzioni pubbliche (ministero della Salute, Regioni e Comuni): il Cda avrà la facoltà di affidare a soggetti privati compiti di gestione e di erogazione dell'assistenza.

La seconda crociata di Sirchia riguarda, invece, il fumo: il Ddl introduce il divieto di accendere sigarette in tutti i locali chiusi, ad eccezione di quelli privati non aperti al pubblico oppure dotati di spazi appositi per i fumatori. Severe le sanzioni per i trasgressori (compresi i gestori dei locali che non rispettano le regole).

Il provvedimento contiene, tra l'altro, norme per semplificare l'accesso alla titolarità delle farmacie a favore dei "gestori provvisori"; disposizioni per coinvolgere i soggetti privati nelle campagne di informazione e comunicazione del ministero su tematiche legate alla salute; stanziamenti per la realizzazione del Centro di alta specializzazione per il trattamento e lo studio della talassemia; una proroga dei termini per il recepimento della convenzione di Oviedo sui diritti dell'uomo e sulla biomedicina


 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  07.11.2002   -   Torna a news