onte:        24Ore Business                                          

 

Sì del Senato su Irccs-Fondazioni e divieti per i fumatori

Fondazioni per gli Irccs pubblici e nuovi divieti per i fumatori. L'Assemblea del Senato ha approvato, in prima lettura, gli articoli del collegato alla Finanziaria 2002 sulla Pubblica amministrazione, ma, a causa dell'assenza del numero legale, ha rinviato alla prossima settimana il voto sul provvedimento nel suo complesso. Che, poi, dovrà passare al vaglio della Camera.

Irccs. Il testo prevede l'apertura delle porte dei 15 Irccs pubblici ai capitali privati, attraverso la loro trasformazione in Fondazioni pur mantenendo "natura pubblica". Forte il ruolo delle Regioni nella realizzazione della riforma. Gli Istituti che decideranno di non diventare Fondazioni dovranno comunque, per quanto possibile, adeguarsi alla nuova disciplina. Che introduce la vigilanza della Salute e dell'Economia sugli Irccs e la creazione, presso il ministero di Sirchia, di un organismo indipendente che dovrà sovraintendere alla ricerca biomedica pubblica e privata.

Fumo. Le nuove norme a tutela della salute dei non fumatori , crociata intrapresa con vigore del ministro per la Salute, Girolamo Sirchia, stabiliscono che è vietato fumare nei locali chiusi ad eccezione di quelli privati non aperti a utenti o al pubblico e, ovviamente, in quelli riservati ai fumatori e contrassegnati come tali. Ovviamente le "riserve" per i fumatori dovranno essere dotate di impianti per la ventilazione e il ricambio dell'aria perfettamente funzionanti.

Le caratteristiche tecniche degli impianti di ventilazione saranno saranno definite entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge. Bar e ristoranti che vorranno accogliere fumatori di sigarette, pipe, sigari, dovranno predisporre aree ad hoc ma dovranno lasciare spazi più ampi per la zona riservata ai non fumatori.

Ci sarà un anno di tempo per adeguarsi. Dall'approvazione definitiva della legge passerà almeno un anno prima che le nuove regole entrino in vigore. Bisognerà infatti aspettare l'emanazione di un regolamento ministeriale, da adottare entro sei mesi, dopo di che ci saranno altri 12 mesi di tempo per consentire a tutti gli interessati di adeguare locali e impianti.

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  18.10.2002   -   Torna a news