Fonte:        24Ore Business                                        

Finanziaria: per Casini "Sirchia è in trincea" e la legge "va migliorata"



Il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, è "in trincea". Parola di Pier Ferdinando Casini, presidente della Camera, intervenuto alla presentazione della Settimana europea contro il cancro. Casini afferma di "sapere quanto in questo comparto, in vista della legge finanziaria, esistono problemi che il ministro della Salute solleverà in sede parlamentare e che ci riproporremo di approfondire".

"La Finanziaria - aggiunge il presidente della Camera - va migliorata e il Parlamento darà il suo contributo. Non possiamo pensare che il passaggio parlamentare sia un passaggio rituale o un formalismo". Casini dice così di avere ben chiara la situazione di difficoltà dei malati di tumore, per i quali è necessario, spiega, sostenere "il diritto alla prevenzione e ad una corretta informazione". "Questi costituiscono per l'associazione delle Leghe europee contro il cancro due necessità inalienabili del paziente oncologico, e due strumenti di straordinaria efficacia per combattere una malattia che costituisce ancora oggi la seconda causa di morte nel mondo occidentale".

Casini sottolinea anche le difficoltà della ricerca italiana. "Sul problema del finanziamento italiano alla ricerca - ricorda - si è levato da qualche tempo nel nostro Paese un grido di allarme generalizzato, un grido che merita una attenta considerazione. Mi auguro che sia possibile intervenire già nella prossima legge finanziaria per fare in modo che i fondi italiani destinati alla ricerca siano portati al livello della media europea. Sono infatti fermamente convinto che investire oggi nella ricerca significhi investire nel nostro domani e nelle nuove generazioni".

Casini sottolinea poi che la comunità scientifica e il mondo della politica "non devono mai perdere di vista la centralità della figura del malato, i suoi diritti alla qualità della vita, al rispetto della privacy, alla dignità come persona, diritti ancora oggi non sempre sufficientemente tutelati". "Un importante contributo in questa direzione è certamente offerto dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori che opera attivamente su tutto il nostro territorio nazionale".

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  09.10.2002   -   Torna a news