Fonte:        24Ore Business                                          

Senato: parere favorevole con osservazioni sul Psn 2002-2004 da parte della commissione Igiene e Sanità



Parere favorevole con osservazioni da parte della commissione Igiene e Sanità del Senato allo schema di Piano
sanitario nazionale 2002-2004. Il documento ha ottenuto il sì della maggioranza; l'opposizione si è astenuta dal voto.

Tra i punti di criticità messi in evidenza nel documento, la non equità dell'accesso alle prestazioni sull'intero territorio nazionale, la necessità di attivare al più presto l'Osservatorio nazionale permanente sui Livelli essenziali di assistenza (Lea), quella di ridisegnare la rete ospedaliera con il potenziamento e la diffusione del servizio di
urgenza-emergenza su tutto il territorio.

"Prima di tutto - ha detto il presidente della commissione, Antonio Tomassini (Fi) - c'è la necessità di chiarire i poteri dello Stato e i poteri delle Regioni. Inoltre è stata ribadita la necessità che i Lea siano uno strumento più forte, che venga migliorata la rete dell'emergenza e vengano rivisti gli aspetti socio-sanitari, non condividendo però la scelta del cosiddetto 'tutore sociale' poiché riteniamo che il medico di medicina generale possa essere il reale garante delle varie necessità. Ma soprattutto - ha aggiunto - tutti hanno sostenuto che, sebbene il Piano sia ottimo, andrebbe corroborato da risorse perché altrimenti non è credibile".

Su questo punto si è espresso il Verde Francesco Carella: "C'è stata la scelta da parte dell'Ulivo di astenersi - ha spiegato - che altro non esprime che un voto contrario. Con i tagli previsti dalla Finanziaria alla spesa sanitaria il Piano, che è ambizioso, non può essere attuato. Questo è preoccupante. Il vero problema è politico".

Il parere ora passa all'esame della Conferenza Stato-Regioni, insieme a quello che la prossima settimana sarà espresso dalla commissione Affari sociali della Camera, come ha spiegato la relatrice Laura Bianconi (Fi). L'auspicio, ha detto, "è che le Regioni tengano conto, oltre che delle linee guida e degli obiettivi delineati dal Piano sanitario nazionale, anche delle sottolineature. Il lavoro di sintesi - ha aggiunto - ha tenuto in giusta considerazione i suggerimenti che provenivano dall'opposizione. La loro astensione è un fatto estremamente rilevante".

 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  16.10.2002   -   Torna a news