Fonte:        24Ore Business                                          

 

 

Studio svizzero: l'uso dei telefonini modifica l'attività cerebrale



Un gruppo di ricercatori svizzeri ha fornito la prova di quanto si sospettava da tempo: l'uso dei telefonini agisce sul cervello. L'attività cerebrale - secondo le conclusioni di uno studio rese note a Zurigo - è inoltre modificata non solo durante, ma anche dopo l'esposizione alle onde elettromagnetiche.

Lo studio, condotto da esperti dell'Istituto di farmacologia e tossicologia dell'Università di Zurigo e pubblicato sul "Journal of sleep research", non si pronuncia però sulle conseguenze per la salute. Per la ricerca, guidata dal professor Peter Achemann, alcune persone sono state esposte prima o durante il sonno alle onde dei telefoni cellulari. La potenza delle emissioni era pari alla metà dei valori-limite fissati dalla legge.

Nel primo caso, un'esposizione di 30 minuti ai campi elettromagnetici prima di andare a letto bastava a modificare l' elettroencefalogramma fino a notte tarda e l'afflusso di sangue al cervello aumentava anche mezz'ora dopo dopo la fine dell' irradiamento. La durata del sonno non è però risultata modificata.

Nel secondo caso, durante il sonno, i partecipanti all' esperimento sono stati esposti ogni 15 minuti e durante un quarto d'ora alle onde elettromagnetiche. Sono state osservate una modifica duratura dell'attività cerebrale ed una diminuzione della durata delle fasi di veglia e di sonno leggero. L'influenza delle onde elettromagnetiche di alta frequenza sul cervello è ormai "dimostrata in maniera evidente", secondo l'Istituto zurighese. Tuttavia è troppo presto per formulare conclusioni sugli effetti sulla salute.


 

Fimmg Sezione Web di Taranto  Messo in rete  11.12.2002   -   Torna a news