in questo numero:
Primo piano
Ecm e' ufficiale, da gennaio riparte la formazione a distanza
40 sperimentatori per 3 mesi poi si andrà a regime
Dopo poco più di due anni ripartirà da gennaio la formazione a distanza. Ieri sera infatti, la Commissione nazionale per la formazione continua ha promosso l'avvio di una sperimentazione "preliminare" dell'accreditamento dei provider. La sperimentazione "preliminare" è finalizzata ad acquisire ulteriori elementi di valutazione per la definizione dei criteri e delle modalità per l'accreditamento, per "testare" tutta la modulistica, nonché per ottenere dati preliminari sulla domanda di FAD di ogni categoria professionale in relazione alle varie tipologie. Nella seduta del 20 novembre 2003 la Commissione ha approvato le procedure della sperimentazione contenute nell'avviso diretto a tutti gli organizzatori di eventi formativi residenziali e FAD e scaricabile dal sito del ministero.

La sperimentazione preliminare sarà limitata a pochi soggetti, 40 per ciascuna tipologia di formazione (residenziale e a distanza) e durerà circa tre mesi. Dopo questa sperimentazione preliminare, inizierà la fase di accreditamento sperimentale dei provider di formazione residenziale e di FAD, esteso a tutti i soggetti pubblici e privati interessati, in conformità alle determinazioni che saranno assunte con Accordo tra il Ministro della salute e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sancito dalla Conferenza Stato-Regioni.
Sanità
Conferenza Stato-Regioni
Sirchia, intesa con le regioni su priorita' rilancio SSN
Intesa fra il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, e le Regioni sugli obiettivi del 'Piano strategico di miglioramento del Servizio Sanitario Nazionale'. Fra le priorita', liste d'attesa, centri di eccellenza ed educazione continua in medicina (Ecm). Priorita' su tutte, le lista d'attesa. Con le Regioni, ''ognuno per la sua parte, e' stato definito un percorso - spiega Sirchia - che riguarda le malattie per cui non e' possibile aspettare''. Seguono i requisiti di eccellenza dei centri italiani, ''in vista della libera circolazione dei pazienti nell'Unione europea, come ci sollecita la Corte di Giustizia''.
Leggi
Fecondazione, il voto finale giovedì mattina
L'Assemblea di Palazzo Madama ha respinto, a voto segreto, gli emendamenti all'art. 4 della legge sulla procreazione assistita volti ad introdurre la possibilita' di fecondazione eterologa ed ha approvato nella seduta del pomeriggio altri 8: l'articolo 6 sul consenso informato, il 7 sulle linee guida, l'8 sullo stato giuridico del nato, il 9 sul divieto di disconoscimento della paternita', il 10 sulle strutture autorizzate alla tecnica della fecondazione assistita, l'11 sul registro nazionale delle strutture autorizzate, il 12 che stabilisce i divieti generali e le sanzioni, e l'articolo 13 sulla tutela dell'embrione. Il voto finale sulla procreazione assistita si terra' giovedi' mattina.  ''Il Governo ha preso la giusta decisione di sostenere la legge sulla fecondazione assistita che ha il merito di porre fine alla mancanza di regole''. Lo ha sottolineato il ministro della salute, Girolamo Sirchia, a margine di una conferenza stampa sulle malattie rare, spiegando il senso dell'intervento del governo. ''Il provvedimento - afferma Sirchia - potra' essere rivisto in futuro. Intanto e' necessario porre termine a una discussione che altrimenti non trova conclusione''.
Leggi
Del Barone, tavolo di confronto sugli specializzandi
Un tavolo di confronto fra i ministeri della Salute e dell'Universita' e la Confederazione nazionale delle associazioni degli specializzandi. Lo chiede Giuseppe Del Barone, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, in una lettera inviata ai presidenti delle Commissioni Sanita' di Camera e Senato, Giuseppe Palumbo e Antonio Tomassini, e al sottosegretario alla Salute Cesare Cursi. Na da' notizia, in un comunicato, Federspecializzandi. Obiettivo del tavolo e' quello di arrivare, in attesa dell'applicazione del Decreto 368/99, a ''un accordo sui punti piu' urgenti: la copertura assicurativa, l'esercizio dell'attivita' libero-professionale, i contributi previdenziali, la tutela dei periodi di malattia e maternita' e una revisione dell'importo della borsa di studio per gli specializzandi''. ''I giovani colleghi - ribadisce Del Barone - meritano tutto l'appoggio e il sostegno possibili per il percorso faticoso compiuto fino ad oggi, l'impegno profuso nella lotta quotidiana per il raggiungimento di obiettivi legittimi e dignitosi, e per la fiducia che ripongono nelle Istituzioni''.
SSN
Rinvio tecnico sul Fondo Sanitario Nazionale 2004
Il ministro della Salute Girolamo Sirchia ha accolto oggi, in Conferenza Stato-Regioni, la richiesta delle Regioni di un rinvio tecnico per permettere alle stesse di trovare un accordo sulla ripartizione del Fondo Sanitario Nazionale 2004. ''C'e' un elemento che riguarda l'aumento della popolazione che va riconsiderato, quindi aspettiamo che i dati disaggregati dell'Istat arrivino. Si prevede entro un mese al massimo''. E' quanto ha dichiarato il ministro al termine della conferenza, aggiungendo che ''se entra questo elemento nuovo, che e' un dato oggettivo, non confutabile, bisognera' riconsiderare i numeri. Ci vuole un dato ufficiale''.
Scienza
Neurologia
Melatonina migliora l'architettura del sonno nei non vedenti
Una dose farmacologica di melatonina migliora l'architettura del sonno nei soggetti non vedenti. In questi soggetti, l'assenza di variazioni nella percezione della luce ambientale porta a disturbi del sonno e delle vie neuroendocrine ad esso correlate. Si presume che l'influenza della luce sui tempi del sonno sia mediata dalla melatonina, un ormone della ghiandola pineale, la cui secrezione è inibita dalla luce e favorita dall'oscurità. La somministrazione di melatonina può migliorare la funzionalità del sonno sincronizzando nel tempo l'attività pituitario-corticosurrenale con i processi nervosi centrali del sonno. Questa sincronia è fondamentale per fare sì che il sonno effettui la propria funzione fisiologica, e gli individui completamente ciechi ne sono privi, il che potrebbe predisporli a deficit metabolici e problemi di memoria. (J Clin Endocrinol Metab. 2003;88:5315-5320)
Psichiatria
Disordine bipolare: fluoxetina + olanzapina per un trattamento migliore
L'olanzapina è efficace nel trattamento del disordine bipolare. La co-somministrazione di fluoxetina migliora significativamente gli effetti della monoterapia, senza aumentare la probabilità dell'insorgenza di mania. Il profilo degli effetti collaterali relativo alla terapia combinata è simile a quello della sola olanzapina, ma comprende anche tassi significativamente maggiori di nausea e diarrea. Secondo gli autori, sarebbe opportuno effettuare studi a termine più prolungato che comprendano terapie combinate non solamente con la coppia olanzapina-fluoxetina, ma anche con altri farmaci quali litio, anticonvulsivanti o antipsicotici atipici. (Arch Gen Psychiatry 2003;60:1079-1088)
Malattie Infettive
AIDS: con HAART scende il numero di ricoveri per influenza
I ricoveri per cause cardiorespiratorie di pazienti con infezione da HIV nelle stagioni influenzali sono diminuiti da quando è stata introdotta la terapia HAART. Di fatto, ci si attende che i pazienti con HIV abbiano una prognosi peggiore degli altri con l'influenza, ma attualmente sono pochi i dati sulla popolazione disponibili in materia. Rispetto a quanto gli studi riportavano nell'era pre-HAART, comunque, il presente studio dimostra un effetto modesto della stagione influenzale sui ricoveri in una popolazione di pazienti con infezione da HIV nell'era HAART. Per meglio indirizzare gli sforzi preventivi ed i protocolli di vaccinazione, però, sono necessari studi che definiscano meglio il rischio di morbidità da influenza in questi pazienti basandosi sul loro status virologico ed immunologico. (J Acquir Immune Defic Syndr 2003;34:304-307)
Terapia del dolore
Cerotto al fentanil efficace a lungo termine contro il dolore tumorale
Il cerotto transdermico al fentanil (TTS-F) è un'opzione analgesica a lungo termine sicura ed efficace contro il dolore tumorale moderato o grave, sia in pazienti che hanno precedentemente ricevuto morfina che negli altri. L'analisi dei pazienti a distanza di 28 giorni, 6 mesi e 12 mesi dall'inizio della terapia ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo in tutti i parametri relativi al dolore ed alla qualità della vita (P < 0,001), indipendentemente dal tipo di dolore o da qualsiasi altra caratteristica del paziente. Il TTS-F dovrebbe dunque costituire un approccio analgesico di prima linea in pazienti che soffrono di dolore tumorale moderato o grave che siano adeguatamente selezionati e monitorati. (Int J Cancer 2003;107:486-492)
Dermatologia
Psoriasi: anticorpi monoclonali riducono l'estensione della malattia
Il trattamento con anticorpi monoclonali anti-CD4 interamente umani risulta sicuro e moderatamente efficace nei pazienti con psoriasi. Al dosaggio più elevato consentito (280 mg/settimana), infatti, alcuni pazienti (38%) fanno riscontrare una riduzione nell'indice PASI (Psoriasis Area and Severity Index) maggiore del 25%. La terapia anticorpale è in genere ben tollerata, e nonostante il fatto che gli effetti collaterali siano comuni, la maggior parte risultano solamente lievi o moderati. Il solo effetto collaterale di una certa gravità attribuito alla terapia è costituito da una sorta di rash allergico con peggioramento della malattia, comunque molto raro. (Arch Dermatol 2003;139:1433-1439)

Rettifiche

Precisiamo che il titolo corretto dell'articolo pubblicato l'8/12 è  "Insicuro l'effetto preventivo dell'aspirina nei diabetici" invece di "Insicuro l'effetto preventivo dell'insulina nei diabetici"

Precisiamo che il titolo corretto dell'articolo pubblicato il 10/12 è  "Osteoartrosi: idroterapia e ginnastica migliorano la funzionalità" e non "Artrite: idroterapia e ginnastica migliorano la funzionalità

.