Fimmg Lombardia, siglato accordo regionale 2003  

La Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), ha annunciato la sottoscrizione dell'Accordo regionale 2002-2003 della Regione Lombardia per la medicina di famiglia. Dopo una lunga trattativa, si è giunti ad un testo condiviso, che il sindacato non può che valutare in modo positivo e riconosce "significativo, in un momento di difficoltà finanziaria, l'impegno economico della Regione di 46.482.000 euro per il biennio".

Garantiti i finanziamenti per il fondo a riparto denominato "qualità dello studio", che premia il ricevimento degli assistiti su prenotazione, il collegamento in posta elettronica con l'Asl e i ritorni informativi all'Asl. Ma la novità principale dell'accordo, "è nell'avvio del Sistema informativo socio-sanitario (Siss), che, per ora nelle sole Asl di Lecco, Cremona, Legnano e Pavia, metterà in rete tutte le strutture sanitarie del servizio regionale, compresi gli studi dei medici di famiglia".

"I camici bianchi "saranno incentivati a partecipare al Siss, ma nessuna penalizzazione per il medico che non vi aderirà. Verranno adeguate rispetto all'Accordo le quote ai medici per l'assistenza domiciliare, e previsti incentivi anche per i medici di guardia, in particolare per i turni disagiati.

messo in rete il 22.01.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News