Taranto, 29.01.2002

In attesa leggere lettera del Segretario Dr Alfredo Carrieri  , gia' inviata ai Colleghi iscritti per posta,

Lettera del Segretario Regionale agli iscritti del 12.2.2003

Nell'attesa la regione Puglia incassa

 Più risorse finanziarie per la Sanità in Puglia

5 miliardi e 43 milioni di euro è la quota assegnata alla nostra regione al termine della complessa trattativa, svolta nel corso della riunione dei Presidenti delle Regioni che ha approvato la proposta unitaria per il Piano di Riparto del fondo 2003.
Va rilevato che si tratta di una cifra sensibilmente più elevata di quella percepita per il 2002 ( 4 miliardi e 848 milioni di euro) e comunque di quella prevista dalla proposta avanzata dal Ministro Sirchia (5 miliardi e 24 milioni di euro).
Nel confronto con le altre regioni la Puglia ha ottenuto che fosse rivisto il criterio dell’anzianità della popolazione che avrebbe favorito soprattutto le regioni del nord e, nello stesso tempo, una valorizzazione adeguata delle cure pediatriche.
Un importante obiettivo raggiunto è stato anche quello di una parziale modifica della quota ospedaliera, fondandola non più soltanto sull’incidenza dei ricoveri ma anche sulla popolazione residente.
Il Presidente Raffaele Fitto si è detto soddisfatto dell’accordo raggiunto, anche se ritiene ancora aperte, tra Governo e Regioni, alcune questioni. Tra queste, l’aggiornamento del Fondo per la quota di residenti dovuta alla regolarizzazione di cittadini extracomunitari a seguito dell’applicazione della legge Bossi-Fini, gli interessi sui ritardati trasferimenti di risorse e il finanziamento dell’Ospedale Pediatrico romano Bambin Gesù.
“Comunque – ha concluso il Presidente Fitto – l’elemento di maggior rilievo è che abbiamo concordato sull’uso di criteri qualitativi che non potevano non premiare la serietà del nostro percorso nel risanamento del settore sanitario. La Puglia, infatti, è bene ricordarlo ancora una volta, è l’unica regione meridionale, con la Basilicata, ad avere rispettato il Patto di Stabilità tra Governo e Regioni, siglato l’8 Agosto 2001.
Tutti gli impegni previsti dal Patto sono stati assolti sia per il recepimento dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) che per la quantificazione dei disavanzi e le indicazioni delle misure di copertura”.

messo in rete il 13.02.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News