Si rinnova la Commissione unica del farmaco

Via libera alla nuova Commissione unica del farmaco.

Con la nomina dei cinque esperti designati ieri dal ministro della Salute, Girolamo Sirchia, si riempiono tutte le caselle della Cuf che governerà per due anni la tenuta del «Prontuario» e l'accesso, o meno, alla rimborsabilità dei prodotti immessi sul mercato. Sempreché nel frattempo non intervengano da parte del Governo altre riforme strutturali da tempo ventilate per il settore, come l'istituzione dell'Agenzia per il farmaco.

La Commissione, presieduta dal ministro della Salute, si compone di due membri di diritto, sette componenti nominati dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome e cinque componenti nominati dal ministro.

Sono componenti di diritto il direttore generale della Direzione Generale della Valutazione dei Medicinali e della Farmacovigilanza e il Ppesidente dell'Istituto Superiore di Sanità o un Direttore di laboratorio da lui designato.



Queste le scelte fatte da Sirchia:

Gianna Tempera (Università di Catania);
Filippo De Braud (Istituto europeo di oncologia, confermato);
Pietro Martino (della Sapienza di Roma, fratello del ministro della Difesa);
Michele Carruba (Università di Milano);
Giancarlo Palmieri (Niguarda di Milano).

I cinque esperti nominati da Sirchia si affiancano ai sette membri già designati dalle Regioni:

Giorgio Bernardi (Lazio, confermato);
Albano Del Favero (Umbria, confermato);
Mara Giacomazzi (Veneto);
Nicola Montanaro (Emilia Romagna);
Filippo Drago (Sicilia, confermato);
Francesco Rossi (Campania);
Angelo Carenzi (Lombardia).

(24 gennaio 2003)

messo in rete il 24.01.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News