Ghigo: sulle liste d'attesa, senza risorse, si fa demagogia

"Le Regioni avvertono come prioritario il problema della riduzione delle liste di attesa e passi in avanti si sono comunque registrati", lo ha dichiarato Enzo Ghigo commentando i risultati del rapporto Tribunale per i diritti del malato ? Cittadinanzattiva "

E' un terreno per dove bene non lasciarsi andare a una demagogia facile. Ridurre una lista d'attesa ? ha continuato Ghigo - significa investire in tecnologie e in risorse professionali adeguate. Si pone allora in modo significativo il problema del recupero delle risorse che non e non vuole essere un alibi.

A prescindere da quello che il discorso relativo ai fondi per il 2003, in questo momento nelle casse delle Regioni dovrebbero esserci circa 25.000 miliardi di vecchie lire che invece non sono stati ancora erogati e fanno riferimento a partite pregresse che vanno dal 1995 al 2002. Non solo, su questa partita pesa anche l'onere degli interessi.

Avvicinare il cittadino alle Istituzioni ? ha concluso Ghigo - significa adoperarsi concretamente, a tutti i livelli, per la riduzione delle liste di attesa, ma affrontare questo tema senza alcun riferimento alle finanze significa alimentare solo confusione e polemiche".

messo in rete il 30.01.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News