Campania: nascerą entro il 2004 un portale regionale di telemedicina

La Regione Campania avrą, entro la metą del 2004, un portale Internet dedicato alla telemedicina. La fase sperimentale del progetto si concluderą entro i prossimi sei mesi. Entro tre anni al massimo tutte le strutture sanitarie pubbliche regionali (Asl, ospedali, ambulatori, centri clinici e diagnosi,centri di ricerca, ecc) saranno connesse alla rete. Al portale potranno, con apposite convenzioni, agganciarsi anche le strutture sanitarie private.

Il progetto, finanziato dalla Regione Campania con fondi europei per circa 4,2 milioni di euro, č coordinato dal Cds, il Centro didattico scientifico dell'Universitą degli Studi di Napoli, Federico II. La fase di sperimentazione vede impegnati l'Ateneo federiciano, la Seconda Universitą, la Fondazione Pascale, il Monadi e il Cnr (in tutto 18 dipartimenti). Nella prima fase sperimentale il portale permetterą di condividere dati relativi alle immagini radiolografiche e alle analisi cliniche, al monitoraggio di pazienti ipertesi, al telecontrollo prenatale, alle analisi epidemiologiche, all'interscambio di documenti e referti, al monitoraggio di pazienti in dialisi, ai pazienti affetti da neoplasia. L'ambizioso programma č stato presentato oggi a Palazzo santa Lucia, alla presenza degli assessori regionali alla Ricerca e alla Sanitą, Luigi Nicolais e Rosalba Tufano. Hanno partecipato anche i rettori delle Universitą coinvolte nel programma di sperimentazione

Il complesso sistema informatico, unificato su scala regionale, permetterą ai medici e agli specialisti di conoscere la storia clinica dei propri pazienti. La telemedicina consentirą di trasferire on-line immagini diagnostiche, dati relativi a precedenti cure, interventi clinici e chirurgici. Si tratta di un data-base complesso, che contribuirą ad ottimizzare i tempi, elevare la qualitądelle cure (anche in fase preventiva) e naturalmentepermetterą di abbattere i costi della spesa sanitaria. A regime il sistema consentirą anche al singolo paziente, attraverso un codice segreto inserito sulla sua carta d'identitą elettronica, di ricevere informazioni cliniche, consigli terapeutici, di ricostruire la sua storia clinica.

Il sistema prevede infatti una piena interattivitą, nel rispetto della privacy. Il portale consentirą di avviare anche esperienze di "teledidattica" (formazione, aggiornamento professionale, ecc). I medici potranno, ad esempio, ottenere dati aggiornati su particolari eventi epidemiologici, consultare statistiche su particolari malattie e tipi di cure, accedere all'archivio dei pił singolari casi clinici.

Il portale permetterą inoltre, in casi d'urgenza, di intervenire con cure adeguate sul paziente in pericolo di vita mentre viene trasportato in autoambulanza. I medici del 118 potranno poi conoscere in tempo reale la struttura pił adeguata dove indirizzare il malato.

messo in rete il 17.01.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News