Lazio: al via screening per i tumori della pelle su 150mila bambini


Con le pagelle i bambini delle scuole elementari e materne del Lazio riceveranno anche una ricetta medica con consigli ai genitori su come esporre i propri bambini ai raggi solari giÓ nella prossima estate. L'obiettivo sarÓ raggiunto dallo screening, su 150mila bambini del Lazio, delle malattie tumorali della pelle, presentato oggi dal presidente della Giunta, Francesco Storace. 

Il progetto nasce da una convenzione tra la Regione e Ifo-Polo oncologico-istituto Regina Elena e si svolgerÓ in due tempi: la raccolta dati attraverso un questionario da metÓ gennaio distribuito nelle scuole della Regione e la risposta dei medici-esperti sul rischio cutaneo di ciascun bambino conconsigli per le famiglie per un comportamento corretto da tenere al sole.

"La prevenzione Ŕ stata trascurata", ha aggiunto il presidente della Provincia, Silvano Moffa, ricordando lo screening del luglio 2002 quando furono interessati 12.766 bambini delle scuole elementari sull'argomento.
La frequenza dei tumori della pelle nei bambini Ŕ di un caso su un milione, contro i 500 casi su un milione degli adulti. Nel Lazio si contano circa 450 nuovi casil'anno di tumori della pelle e ogni 90 mila visitedermatologiche vengono riscontrati 3 casi di melanoma, uno dei quali sarÓ letale per il paziente. Il tasso di mortalitÓ di questa grave patologia Ŕ del 30%. "CosterÓ solo 1 euro a bambino e quindi 150mila euro complessivamente, giÓ stanziati", ha detto Storace, sottolineando che sarÓ un intervento di SanitÓ pubblica vero e proprio. 

"Una visita costerebbe alla Regione circa 27mila lire contro il solo euro del test", ha aggiunto Ettore Conti, direttore della struttura complessa del servizio integrato di epidemiologia e sistemi informativi dell'Ire-Ifo e direttore del registro tumori di Latina, uno dei punti di riferimento sui tumori d'Italia per l'Oms (l'organizzazionne mondiale della sanitÓ). "La pelle Ŕ la parte del corpo che ha pi¨ memoria storica nei cancerogeni e quindi lo screening sarÓ una vera vaccinazione", ha aggiunto Conti. 

"Il progetto, che interesserÓ il primo, secondo, quinto e ventesimo municipio, si ricollega allo skin cancer day di maggio scorso sulla diagnosi precoce dei tumori della pelle che ognianno fa registrare 2.200 nuovi casi", ha aggiunto l'assessore alla SanitÓ del Lazio, Vincenzo Saraceni.

messo in rete il 08.01.2003 da Fimmg sezione web di Taranto  ad indice  News