Sicurezza guardia medica: Del Barone scrive a Pisanu

 

In una lettera indirizzata al ministro dell'Interno Pisanu, il presidente della Federazione nazionale dei medici chirurghi e odontoiatri, Giuseppe Del Barone, ha chiesto provvedimenti concreti a favore dei medici della guardia medica. "Non č possibile nč accettabile che l'ennesima uccisione di una professionista dedita all'assistenza e alla cura dei cittadini - ha scritto Del Barone riferendosi alla morte della dottoressa Roberta Zedda, uccisa una settimana fa ad Oristano - non abbia dalle istituzioni la meritata attenzione con la attivazione concreta di provvedimenti atti ad arginare un fenomeno cosė grave".

La richiesta del presidente della FNOMCeO č di attrezzare i luoghi dove si svolge il servizio di guardia medica con adeguate misure di sicurezza: l'accompagnamento con una macchina comunale ed una guardia giurata, una vigilanza pių stretta anche tramite un rafforzamento o un'istituzione di un servizio di pattugliamento da parte delle forze dell'ordine, l'adozione di un mezzo di allarme sonoro per la persona del medico e per il presidio sanitario. Misure tanto pių necessarie quando gli ambulatori di guardia medica sono situati in zone di grande isolamento, nelle ore notturne e in luoghi di maggiore degrado socio-ambientale.