20/05/2003 13.24
Pediatri di famgilia: accordo nel Lazio


Un libretto regionale pediatrico con i dati relativi allo stato di salute dei bambini da 0 a 6 anni ed una campagna per il ricorso alle vaccinazioni non obbligatorie per contrastare alcune patologie dell'infanzia come il morbillo, la varicella e la rosolia.

Sono queste le principali novitą rese note dall'Assessorato alla Sanitą della Regione Lazio contenute nell'accordo
integrativo regionale per la pediatria siglato oggi dal Comitato regionale per la pediatria e che sarą sottoposto nei prossimi giorni alla ratifica della Giunta regionale.

«Per la prima volta - si legge in una nota - i pediatri di famiglia del Lazio hanno un contratto con la Regione. Si colma cosģ una lacuna. La trattativa non č stata nč breve nč semplice. L'accordo č stato raggiunto perchč ancora una volta i pediatri di famiglia della Fimp hanno dimostrato senso di responsabilitą ed hanno pensato prima di tutto ai bambini ed ai loro genitori». L'intesa con i pediatri, valida per il triennio in corso prevede l'introduzione del Libretto Pediatrico Regionale che si propone come mezzo di comunicazione fra la famiglia, il pediatra e gli altri operatori sanitari. 

Il documento ha infine previsto che i bilanci di salute, intesi come periodici controlli pediatrici sulla regolare crescita del fanciullo, proseguiranno fino ai 14 anni. Ciņ per potenziare la prevenzione primaria con una particolare attenzione al contesto familiare e all'inserimento sociale dei minori, oltre che ai problemi psicologici o relazionali e all'educazione alla salute.