Forum P.A.: i vincitori del "Premio per l'Innovazione nei servizi sanitari 2003"


Parola d'ordine: efficienza. Strumento: l'"Information & communication tecnology" (Ict), cioé l'utilizzo delle tecnologie avanzate nel "sistema salute".

Questo il tema guida del premio per l'innovazione nei servizi sanitari che ha assegnato oggi a Forum PA 2003 una targa del Presidente della Repubblica al vincitore assoluto, tre primi premi nelle categorie "back office" (efficienza gestionale), "governo clinico" (gestione dei pazienti e dei dati clinici), "front office" (accesso ai servizi e relazioni con gli utenti) e dieci segnalazioni ai progetti locali che si sono maggiormente distinti per innovatività, efficacia e concretezza dei risultati, rapporto costo-benefici, sostenibilità organizzativa e "trasferibilità".

Una scelta difficile tra i 141 progetti presentati, ispirati e guidati dalla tecnologia avanzata. A questi premi, si aggiungerà la "Targa 3M salute" destinata al progetto con le caratteristiche maggiormente innovative per migliorare la qualità di vita degli assistiti.

Vincitore assoluto è stata l'Asl toscana di Empoli, che ha realizzato un unico data base per gestire tutte le informazioni sanitarie e sociali dei cittadini e che si materializza in una vera e propria "cartella dell'assistito": con una smart card, nel rispetto della privacy, operatori, distretti sociali, Comuni, medici di medicina generale e pediatri saranno in rete per garantire i percorsi assistenziali più diretti e appropriati.

Sul podio per la categoria "back office" l'Asl Napoli 3, dove l'Ict scende in campo per tagliare i tempi di attesa. E lo fa rendendo compatibili tutti i Centri unici di prenotazione sul territorio, ospedalieri, aziendali ecc., consentendo la prenotazione anche dagli ambulatori di generalisti e pediatri e potenziando, in base ai dati raccolti, tutte le attività necessarie ai cittadini.

Vincitore per la categoria "front offiice" la Regione Piemonte che ha strutturato il "Portale della Salute", una serie di servizi on line col massimo livello di accessibilità (anche per i disabili) su cui i cittadini possono trovare tutte le informazioni e le modalità di accesso ai servizi sanitari.

Prima nella categoria "governo clinico" un'applicazione dell'Ict come anti-burocrazia. A vincire è satato "Telemed Escape", progetto della Regione Veneto di e-government che consente la gestione dei documenti amministrativi sanitari, referti, circolari, delibere e mandati di pagamento compresi. Tutti con firma digitale e smart card per la trasmissione, la consultazione e la conservazione "in rete".

Vincitore del Premio speciale 3M per l'innovazione, l'assessorato alla Sanità del Piemonte, che nella categoria "goiverno clinico" ha messo a punto il "Progetto Torino network", grazie al quale è possibile la gestione globale dell'infarto acuto del miocardio fin dalle prime ore dell'evento e già sul territorio, con un porocesso "guidato" per accompagnare il paziente al letto d'ospedale.

Questi i progetti "diplomati" nelle tre categorie:

Back office
Asl 6 Livorno: DaWis, DataWarehouse information system
Ao Cto/Crt Maria Adelaide (Torino): "Teleospedale" - Tam Tam - Intelligent allerting
Ausl Città di Bologna: collegamento on line con i fornitori tramite il sistema Medical Plaza

Governo clinico
Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad alta specializzazione (Ismett) di Palermo: Ismett QA, valutazione della qualità di cura nelle unità funzionali
Ao Santa Maria della Misericordia (Udine): Knowledge Centre (KC), sviluppo di un sistema web dinamico intranet e internet
Asl di Cesena: telemedicina per il monitoraggio domiciliare dello scompenso cardiaco cronico
Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor (Milano): Drive (DRug In Virtual Enterprise)

Front office
Regione Emilia Romagna: rete integrata di sportelli unici distrettuali delle Asl della Provincia di Bologna
Asl 3 Genovese: gestione di Call Center del Cup
Ao Niguarda Ca' Granda (Milano): sito web 118milano

"Anche quest'anno il concorso di Forum P.A. dedicato alle best practice in Sanità è un'occasione di confronto e di dialogo fra le diverse esperienze regionali per valorizzare le singole strutture che più hanno saputo agire sul piano dell'innovazione, ma anche per trasmettere nelle diverse realtà sanitarie le migliori soluzioni", ha commentato il presidente della Conferenza delle Regioni, Enzo Ghigo. Che ha aggiunto: "L'utilizzo e la diffusione delle tecnologie informatiche stanno apportando anche nel Servizio sanitario pubblico nuove e concrete soluzioni. Il traguardo è naturalmente quello di fornire risposte sempre più efficienti alle nuove aspettative di salute dei cittadini".

"I progetti presentati, e in particolare tutti quelli giudicati migliori, non sono occasioni spot, in cui singoli reparti, magari 'contro tutti', hanno fatto miracoli", ha sottolienato il direttore generale di Forum P.A., Carlo Mochi Sismondi. "Si tratta invece - ha detto - sempre di progetti strategici che hanno coinvolto l'intera struttura in un'azione integrata e che hanno visto la cooperazione di più soggetti (spesso anche privati o del terzo settore). La lezione è che l'innovazione non può essere un episodio eroico, ma deve essere messa al centro dell'organizzazione".

(Per le sintesi di tutti i progetti premiati e l'elenco dei 141 partecipanti si veda l'allegato a Il Sole-24 Ore Sanità n. 17/2003))
(6 maggio 2003)