Il Medico di Famiglia

E' del 20% la mortalità da sars negli ospedali di Hong Kong



E' apparso oggi il primo studio epidemiologico sulla sars di una certa consistenza, da cui esce un nuovo quadro dell'epidemia: la mortalità tra le persone ricoverate negli ospedali di Hong Kong è infatti quattro volte superiore alla cifra diffusa inizialmente. Non del 5% ma bensì del 20%. Se poi si osserva solo la classe d'età degli ultrasessantenni la mortalità supera il 50%.
Una parte della differenza si spiega con il fatto che la popolazione colpita a Hong Kong ha un'età media di 50 anni, quindi molto alta, e che notoriamente gli anziani sono più vulnerabili. Inoltre i ricercatori sottolineano che questa mortalità così elevata non può essere applicata a chi dovesse contrarre il virus in una diversa parte del mondo, per il quale il rischio è più modesto, ma il dato rimane preoccupante. Nel complesso, sulle oltre 1.600 persone che si sospetta abbiano contratto la sars a Hong Kong i decessi sono stati circa 200.