Farmaci: cresce il prezzo di molti di quelli in fascia C
 

In tre mesi l'aumento medio del prezzo di un folto gruppo di farmaci di fascia C, a totale carico dei
cittadini è stato dell'11,06%.
  
Lo rende noto il Movimento dei Consumatori nel primo rapporto dell'Osservatorio su Farmaci e Salute, che ha esaminato l'aumento del costo di 1259 prodotti in gran parte da prendere
solo sotto prescrizione medica.
 
L'associazione chiederà alle istituzioni competenti il rinnovo della normativa di questi medicinali con lo scopo di
liberalizzarne il prezzo e consentire alle farmacie di applicare prezzi concorrenti; secondo il movimento dei consumatori sarebbe inoltre necessario eliminare il numero chiuso delle farmacie, favorire il calo dei prezzi e aumentare la diffusione dei farmaci generici.
   
Una seconda indagine dell'associazione riguarderà l'aumento del prezzo dei primi 100 farmaci di fascia C più venduti in Italia.
   
In generale, secondo quanto riferito, i farmaci in fascia C sono di frequente prescritti dai medici di famiglia, così il paziente, molto spesso anziano, non prende quasi mai l'iniziativa di chiedere al farmacista se ci sono prodotti
equivalenti a quello prescrittogli ma di costo inferiore.