26/05/2003 19.46
Polmonite atipica: 8.202 le persone colpite, 689 i decessi. E Toronto torna nella lista delle aree affette

Continuano a salire i casi di polmonite atipica nel mondo. Sono 8.202 le persone contagiate (85 in più rispetto al rapporto di venerdì) e 689 (altre36) le vittime registrate dal primo novembre 2002 a oggi dall'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). Le persone ricoverate in tutto il mondo sono 4.662. In particolare, in Italia,
l'Oms riporta sempre nove casi di Sars e nessuna vittima.

Il Paese più colpito rimane la Cina, con 5.316 casi e 317 decessi. Seguono Hong Kong con 1.726 casi e 267 morti, Taiwan (585 casi e 72 morti), Singapore (206 casi e 31 morti), Canada (148 casi e 26 morti). E ancora, Usa (65 casi e nessun decesso), Vietnam (63 casi e 5 morti), Filippine (12 e 2 morti), Mongolia (9 casi), Germania (9casi), Thailandia (8 casi e 2 morti).

Seguono Francia (7), Australia (6), Malesia (5), Gran Bretagna (4 casi), Svezia, India e Corea del Sud (3), Brasile, Indonesia e Macao (2). Un caso ciascuno è segnalato invece in Svizzera, Spagna, Romania, Irlanda, Sud Africa (1 decesso), Kuwait, Nuova Zelanda, Finlandia e Colombia.

L'Oms ha annunciato oggi che reinserirà la capitale economica del Canada, Toronto, nella lista delle aree colpite dalla Sars, solo dodici giorni dopo averla tolta. La città, l'unico posto fuori dall'Asia sud orientale dove il virus ha fatto vittime - 27 a tutt'oggi - ha detto ieri all'Oms che ha registrato otto nuovi casi sospetti, ha riferito il portavoce dell'Oms, Iain Simpson. "Toronto tornerà sulla lista", ha dichiarato.

Ieri, tre persone sono morte nella provincia dell'Ontario, la più popolosa del Canada e di cui Toronto è capitale.
Ma Simpson ha aggiunto che fino a questo momento non sono previste messe in guardia su viaggi a Toronto. Il Canada è stato dichiarato zona priva di Sars il 14 maggio, dopo aver passato 20 giorni - cioè due periodi di
incubazioni - senza nessun nuovo caso del virus che ha ucciso 725 persone in tutto il mondo.