in questo numero:
Primo piano
Presto i primi risultati sui programmi di formazione continua
Portata a termine la fase istruttoria da parte della Commissione Nazionale ECM
La sperimentazione preliminare per l'accreditamento dei provider per il Programma nazionale di Educazione continua in medicina (Ecm) si avvia verso la conclusione della selezione. A breve quindi, si legge nell'ultimo numero della Newsletter del Ministero della Salute, si avranno i primi risultati. La segreteria della Commissione nazionale Ecm ha portato a termine la fase istruttoria vagliando oltre 500 domande di iscrizione. Di queste richieste, 240 hanno riguardato organizzatori sia di formazione residenziale che a distanza, 86 sono state avanzate soltanto da organizzatori di eventi residenziali, 74 invece soltanto di Fad (di cui 35 ritenute idonee e 39 non idonee). Altre 38 domande sono state fatte fuori termine, mentre 90 iscrizioni sono risultate non idonee. Il ministro della Salute, il 19 febbraio, ha dato il via libera per il passaggio al vaglio definitivo delle domande e i fascicoli sono ora in mano a due commissioni, una per la Fad e una per gli eventi residenziali, che a breve dovranno stilare l'elenco definitivo dei soggetti - 40 per ciascuna tipologia di formazione (residenziale e a distanza) - che potranno dare avvio ai corsi ammessi alla sperimentazione. I risultati del test preliminari saranno utilizzati per raffinare i criteri di accreditamento, licenziati nel documento di Cernobbio del 2003, e che saranno applicati nella successiva sperimentazione con caratteristiche piu' generali ed estesa a tutti quelli che si riconoscono nella nuova griglia di criteri.
Sanità
Vaccinazioni
Giacco (DS), risarcire i danneggiati dal vaccino
Risarcire le persone danneggiate dal vaccino. Lo chiede l'onorevole Luigi Giacco in un'interogazione al ministro della Salute Girolamo Sirchia, presentata insieme ad alcuni colleghi tra i quali Augusto Battaglia, Marida Bolognesi e Katia Zanotti. ''I genitori dei cittadini danneggiati da vaccinazione - scrive Giacco - hanno gia' inoltrato al suo ministero, una ingente quantita' di richieste risarcitorie, a oggi oltre 150, del valore complessivo di 200 milioni di euro, presentate dalle associazioni Condav, Amev, Comilva, senza ricevere alcuna risposta formale''. I deputati chiedono ''la disponibilita' del ministero a costituire, con le Associazioni dei danneggiati da vaccino, un Gruppo tecnico paritetico per la valutazione, come gia' realizzato opportunamente con Dm 13/03/2002'', per le persone danneggiate da emoderivati infetti. La legge 20/06/2003, n. 141, prevede l'erogazione di ''importi specifici commisurati all'eta' del soggetto al momento del danno'' per arrivare a transazioni con le persone danneggiate da emoderivati infetti, ricordano i parlamentari.
Fecondazione
Sirchia istituisce commissione per linee guida per legge sulla fecondazione
Istituita la Commissione che coadiuvera' il ministro della Salute Girolamo Sirchia nell'elaborazione delle linee guida per ''l'indicazione delle procedure e delle tecniche di procreazione medicalmente assistita previste dalla Legge n. 40 del 19 febbraio 2004 sulla procreazione medicalmente assistita''. Oggi, istituendo la Commissione, il ministro ha indicato i nomi che la comporranno. Come previsto dall'articolo 7 della legge le linee guida saranno ''vincolanti per le strutture autorizzate all'applicazione delle tecniche di procreazione medicalmente assistita''. La Commissione, come recita l'art. 17 della legge, ha anche il compito di ''definire le modalita' e i termini di conservazione di embrioni prodotti a seguito dell'applicazione di tecniche di procreazione, nel periodo precedente la data di entrata in vigore della legge''.
Cancro al seno
FNOMCEO, OK programma prevenzione Camera dei Deputati
''Compiacimento e soddisfazione'' del presidente della Federazione degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), Giuseppe del Barone per l'approvazione, da parte della Camera dei Deputati, delle mozioni che impegnano il Governo a fare della lotta contro il cancro al seno un punto di forza della strategia del Servizio sanitario nazionale. Il programma, spiega la Fnomceo in una nota, ''dovra' prevedere una organizzazione di prevenzione, diagnosi e cura sul territorio nazionale, ma anche a livello regionale e locale, e comportera' un incremento dei finanziamenti per la ricerca, le terapie e le tecnologie''. ''La nostra soddisfazione - dichiara Del Barone - riguarda soprattutto il fatto che a livello politico si sia avvertita la necessita' di promuovere un'azione cosi' importante nei confronti di una patologia altrettanto importante, che avra' bisogno di azioni medico-scientifiche comuni, ma anche di un'informazione attenta e puntuale alla popolazione femminile e ai soggetti interessati in particolare''.
Sicilia
Truffa alle ASL: 300 denunciati nel messinese
Trecento persone sono state denunciate per truffa aggravata e false attestazioni dai carabinieri del comando provinciale di Messina. Gli investigtori hanno accertato che presentavano false attestazioni, con redditi inferiori a quelli reali, per ottenere prestazioni sanitarie a titolo gratuito ed esenzione dal ticket, nell'ospedale di Patti, in provincia di Messina. La truffa avrebbe causato un danno allo Stato di 400 mila euro. Gli inquirenti stanno proseguendo le indagini, ancora da valutare le posizione di un migliaio di persone.
Scienza
Terapia del dolore
Fentanil non costipante come altri oppiacei
Il fentanil somministrato per via transdermica ha meno possibilità di causare costipazione rispetto agli altri oppiacei a lunga durata d'azione. La terapia con oppiacei ha un ruolo chiave nel trattamento del dolore cronico, e la costipazione è uno degli effetti collaterali che più di frequente si manifestano in sua conseguenza. Il vantaggio del fentanil è evidente nei confronti di farmaci quali ossicodone o morfina, che comportano un rischio di costipazione più elevato rispettivamente del 78% e del 44%. Gli autori ricordano che le attuali linee guida prescrivono la prevenzione della costipazione più che la sua cura in questi pazienti. (South Med J. 2004;97:129-134)
Ipertensione
Elevata pressione del polso accelera la calcificazione aortica
Un'elevata pressione del polso costituisce un fattore predittivo indipendente di progressione della calcificazione aortica nei pazienti con iperlipidemia controllata: ciò può parzialmente spiegare il rischio di morte per cause cardiovascolari associato alla pressione del polso. Vi sono prove che l'ipertensione promuova la deposizione del calcio nella parete arteriosa, ma non è chiaro quale componente dell'ipertensione ne sia direttamente responsabile. L'associazione di tale progressione alla pressione del polso risultà più forte di quella con età, sesso, BMI, colesterolo LDL ed HDL, trigliceridi, glicemia a digiuno, fumo, terapia antiipertensiva e periodo di monitoraggio. La pressione diastolica e media invece non presenta alcuna correlazione con la progressione. (Hypertension 2004;43:536-540)
Medicina d'urgenza
Emicrania pediatrica: proclorperazina utile nel trattamento d'emergenza
La proclorperazina per via endovenosa è superiore al ketorolac somministrato per la stessa via nel trattamento in pronto soccorso di emicranie pediatriche. Il tasso di recidiva entro 48 ore è approssimativamente lo stesso con ognuno dei due trattamenti. Il trattamento con proclorperazina determina molto di rado l'insorgenza di effetti collaterali, che comunque risultano di entità lieve e non lasciano reliquati. L'effetto terapeutico del farmaco causa la guarigione del paziente entro 60 minuti nell'84,8% dei casi, contro il 55,2% dei casi trattati con ketorolac. Il successo del trattamento viene definito come una riduzione minima del dolore pari al 50% (Nine Faces Pain Scale) entro 60 minuti. Nei casi in cui questo obiettivo non viene raggiunto con uno dei due farmaci, somministrando l'altro dopo i 60 minuti si ottiene comunque un tasso di successo del trattamento del 93,3%. (Ann Emerg Med 2004;43:256-262)
Infettivologia e tumori
Infezione orale da HPV connessa a comportamento sessuale e status HIV
L'infezione da papillomavirus umano (HPV) può essere acquisita mediante contatto orogenitale, ed i soggetti HIV+ risultano particolarmente a rischio. Ciò non significa che il sesso orale sia causa di tumori in senso proprio, ma piuttosto che il sesso orale sia uno dei mezzi tramite cui i virus cancerogeni possono essere trasmessi nel cavo orale. L'infezione da HPV è stata connessa eziologicamente ai carcinomi squamosi di testa e collo, soprattutto a quelli che originano dalle tonsille, ma la prevalenza ed i fattori di rischio dell'infezione orale da HPV erano finora sconosciuti. Le implicazioni dei dati derivati dal presente studio per lo screening dei tumori del cavo orale sono comunque ancora poco chiare, come anche la storia naturale dell'infezione orale da HPV ed il suo valore predittivo per lo sviluppo del tumore. (J Infect Dis 2004;189:686-698)
Cardiochirurgia
Cardiochirurgia: significativi i deficit funzionali e la mortalità negli ottuagenari
Più del 50% degli ottuagenari che vengono sottoposti a cardiochirurgia muoiono in ospedale o vengono dimessi in una casa di cura. Molti studi hanno dimostrato i benefici della cardiochirurgia nell'anziano, ma l'entità di tali benefici non era mai stata comprovata negli ottuagenari. Per determinarne a fondo il rapporto costo/beneficio è dunque necessario approfondire le ricerche in questo campo, soprattutto valutando gli esiti correlati al paziente quali dipendenza da cure esterne e funzionalità cognitiva, fisica e psicologica. Con questi pazienti è comunque opportuno discutere dei potenziali rischi prima dell'intervento: dopo gli 80 anni, comunque, le correnti indicazioni per un trattamento cardiaco invasivo devono essere revisionate. (Am Heart J 2004;147:347-353,187-189)