Sirchia: su contratto medici coinvolto anche premier

Anche il presidente del Consiglio è stato coinvolto nella soluzione del contratto dei medici. Lo ha dichiarato oggi il ministro della Salute Girolamo Sirchia durante l'incontro con l'Unione italiana ciechi.

"Ho avuto diversi incontri con il premier - ha spiegato - perché possa in prima persona assumere la direzione di questa operazione. Il premier sta dando grande attenzione a questo problema e sono fiducioso che la cosa possa risolversi nel migliore dei modi". Sirchia ha aggiunto di essersi impegnato affinché venga onorato il vecchio contratto e impostato il nuovo. Per quanto riguarda la devoluzione il ministro ha sottolineato la preoccupazione dei medici sulla materia, ma ha assicurato che Lea e regolamenti per i requisiti tecnici rimarrano compito dello Stato. "Stiamo lavorando su questi due pilastri (Lea e requisiti) proprio sulla scia della preoccupazione dei medici e mi auguro che si arrivi presto a definirli".