Da Tutto Sanita'

Firmati 5 protocolli Regione-Ordini medici-Università di Bari-AUSL per tirocini laureati medicina
 

Firmati 5 protocolli Regione-Ordini medici-Università di Bari-AUSL per tirocini laureati medicina


I neo laureati in medicina potranno compiere un tirocinio pratico-valutativo che consentirà loro di fare pratica per un mese in strutture ospedaliere e per altri trenta giorni presso lo studio di un medico generico. E' quanto prevedono cinque convenzioni-quadro firmate da Regione Puglia, Università di Bari, Ordini provinciali dei medici e Ausl che consentono l' avvio del "Tirocinio pratico valutativo per gli esami di abilitazione all' esercizio della professione". Durante il tirocinio i laureati potranno frequentare per un mese le strutture ospedaliere dove potranno compiere una serie di attività: individuare e ricoverare i pazienti che ne hanno bisogno; svolgere attivamente prestazioni ambulatoriali durante le quali potranno intervistare i pazienti e raccogliere dati anamnestici, fornire informazioni e chiarimenti al paziente e/o ai loro parenti; relazionare con il paziente e con i parenti di questi; capacità cliniche. Dopo il primo mese di attività ospedaliera il medico frequenterà per 30 giorni lo studio di un medico generico. L' attività di tirocinio prevede inoltre la partecipazione attiva a seminari interattivi tenuti da medici di medicina generale e da medici ospedalieri allo scopo di far emergere ed evidenziare un più completo quadro della formazione complessiva del candidato. Sarà cura degli Ordini provinciali predisporre un elenco dei medici di medicina generale presso il cui studio si svolgerà il tirocinio formativo a seguito di un procedimento selettivo (comma 3, art. 27 decr. leg.vo 19 agosto 1999, n.°368).