In Toscana nuove regole per il funzionamento degli studi medici

E' stata approvata dalla Giunta toscana la proposta di deliberazione consiliare che detta regole per gli studi odontoiatrici (circa 3.600 in Toscana) e per quelli dove si effettuano piccoli interventi di chirurgia ambulatoriale e di endoscopia. Il testo passa ora al Consiglio regionale.

L'assessore regionale al diritto alla Salute Enrico Rossi ha spiegato l'idea alla base del progetto. "Il criterio
guida che abbiamo seguito č quello della tutela dei pazienti e del rispetto dei loro diritti. E' per questo che abbiamo previsto l'obbligo di tenere una scheda sanitaria aggiornata per ogni utente, un registro degli interventi effettuati, uno per quelli di sterilizzazione degli strumenti e comunque traccia scritta di tutte le attivitā esercitate all'interno degli studi". L'autorizzazione allo svolgimento dell'attivitā ambulatoriale sarā data dai sindaci, previo accertamento da parte delle Asl dei requisiti richiesti. Dopo l'approvazione del Consiglio gli studi avranno sei mesi di tempo per presentare domanda di autorizzazione all'esercizio dell'attivitā libero professionale.