Riprende l’indagine della commissione d’inchiesta sulla sanità ionica
 

Riprende l’indagine della commissione d’inchiesta sulla sanità ionica


Ausl Ta/1: gli atti di 34 gare e di 8 servizi assegnati alla Global By Flight arrivano sul tavolo della commissione d’indagine del Consiglio regionale. Alla ripresa dopo la pausa estiva, l’organismo presieduto da Raffaele Belardi ha avviato l’esame dell’ingente documentazione acquisita ed ha approfondito la diagnosi dell’avv. Caricato sulla gestione Asl, realizzata a suo tempo su mandato del commissario straordinario Capriulo.

“Le gare che stiamo osservando – ha spiegato Belardi – sono tutte superiori a 500 milioni delle vecchie lire e su quattro abbiamo già mosso i primi rilievi, nel quadro di una verifica certamente non facile. Attendiamo le precisazioni richieste all’attuale direttore generale prima di indicarle puntualmente, anche alla stampa. Altri quesiti sono posti dalla relazione Caricato”.

“La Commissione ha avviato un lavoro importante – ha aggiunto il presidente – pensiamo di fornire al Consiglio regionale una valutazione e talune proposte operative sulla materia generale degli appalti”.

“Gli spunti riguardano ad esempio il ridimensionamento del sistema Consip, con l’elenco delle ditte riconosciute”, ha precisato. È venuta meno infatti l’obbligatorietà di attingere all’elenco per qualsiasi gara. “Peraltro, non esiste un Consip regionale – ha notato Belardi – e l’Ares, che doveva essere il motore di tutte le forniture per la sanità pugliese, ha avviato solo due bandi, per siringhe e guanti, dimostrando in modo palese l’incapacità di fare gare”.

“Per questo, riteniamo di mettere a frutto l’esperienza acquisita nella nostra indagine, offrendo spunti di valutazione al Consiglio regionale”.

Mercoledì 1 ottobre, alle 12, la commissione sentirà a Bari l’ex direttore generale dell’Asl Vito Armenise. Successivamente toccherà al capo del personale dell’Asl tarantina, Silvano Baglivo, prima responsabile del patrimonio, dare ragguagli su “presunte gravi irregolarità nella gestione degli appalti”.