Da Singapore conferma nuovo caso di Sars

Ulteriori esami hanno confermato che l'uomo di etnia cinese ricoverato al General hospital di Singapore per sospetta Sars, ha effettivamente contratto la malattia. Si tratterebbe di un giovane di 27 anni che lavorarava in un laboratorio di virologia nell'universitÓ di Singapore, ma non si occupava di ricerche sulla Sars. Le sue condizioni sono state scoperte durante esami di routine al General hospital. Venticinque persone che sono state a contatto con lui sono adesso in quarantena come misura precauzionale, infatti le autoritÓ pensano che quello del ventisettenne sia un caso isolato.

La conferma che si tratta di polmonite atipica si Ŕ avuta con la ripetizione dei test Prc, che amplificano la presenza di materiale genetico nei campioni prelevati dai pazienti per verificare la presenza della Sars. Erano cinque mesi che a Singapore non si registravano nuovi casi.