Da tutto Sanita' Pugli

 
Il progetto “Leonardo”: un modello innovativo di partnership pubblico-privato per la sanità pugliese/La firma del relativo protocollo d’intesa il 23 settembre prossimo presso la sede romana della Regione Puglia
 

Il progetto “Leonardo”: un modello innovativo di partnership pubblico-privato per la sanità pugliese/La firma del relativo protocollo d’intesa il 23 settembre prossimo presso la sede romana della Regione Puglia

Coerentemente con quanto espresso nel Piano Sanitario Nazionale e soprattutto nel Piano Sanitario pugliese 2002 –2004, la Regione Puglia e Pfizer hanno in cantiere di realizzare una partnership della durata di tre anni, ispirata al perseguimento dei seguenti principi: appropriatezza delle cure; prevenzione delle malattie cronico- degenerative; organizzazione dell’assistenza per patologie in fase acuta, nonché individuazione di percorsi diagnostico-terapeutici per le patologie in fase cronica ed efficacia dell’organizzazione dei servizi sanitari territoriali.
Obiettivo del progetto è quello di migliorare la qualità e l’efficacia dell’assistenza sanitaria, coniugando l’esigenza di salute e di qualità della vita del paziente con i vincoli di sostenibilità economica; ciò si traduce in garanzia delle cure, basata sulle evidenze scientifiche disponibili, e in un progressivo miglioramento dell’efficienza del processo di assistenza nelle patologie croniche.
Punto centrale della partnership è la realizzazione del Progetto Leonardo: un piano di cooperazione nel territorio regionale, che imposti, tra le altre attività, programmi di prevenzione, di disease management delle principali patologie, di formazione degli operatori sanitari, nonché iniziative di prevenzione rivolte alla popolazione.
Il 23 settembre prossimo sarà firmato, presso la sede romana della Regione Puglia, il protocollo d’intesa del Progetto Leonardo dal Presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, e dal Presidente e amministratore delegato della Pfizer Italia, Per-Oluf Olsen. Saranno presenti anche Mario Morlacco, Direttore generale dell’Ares e Maria Pia Ruffilli, direttore esecutivo Pfizer Italia. Il protocollo prevede la realizzazione e lo sviluppo delle seguenti attività:
A. Progetto regionale di telecardiologia, in collaborazione con il Servizio di Emergenza 118 della Regione Puglia, che prevede, a partire dal 1° Ottobre 2004, di dotare tutte le ambulanze del Servizio 118 di apparecchiature per l’effettuazione di ECG e per la relativa refertazione a distanza.
B. Collaborazione con l’Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Puglia (Ares) per l’individuazione di percorsi diagnostico-terapeutici per le patologie croniche, in considerazione dell’esperienza nel campo dei modelli di assistenza integrata che Pfizer ha maturato con altri enti pubblici negli Stati Uniti e nel Regno Unito.
C. Collaborazione con l’Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Puglia per la creazione ed organizzazione di una équipe regionale composta da personale qualificato, beni di supporto all’attività e programmi operativi i cui compiti saranno definiti e soggetti alla direzione dell’Ares. Il primo impegno dell’équipe, al lavoro già da diversi mesi, è stato la stesura delle linee guida diagnostico-terapeutiche per la depressione nell’adulto e nel bambino, di prossima applicazione su tutto il territorio regionale.
D. Applicazione di metodologie e tecnologie innovative di disease and care management per la gestione, il monitoraggio e la misurazione di efficacia ed efficienza dei processi assistenziali per le patologie ad alto impatto sociale ed economico (diabete, scompenso cardiaco, ipertensione, etc.).


IL PROGETTO LEONARDO
UN MODELLO INNOVATIVO DI PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER LA GESTIONE DELLA SANITA’ A LIVELLO LOCALE.

Coerentemente con quanto espresso nel Piano Sanitario Nazionale e soprattutto nel Piano Sanitario pugliese 2002 –2004, la Regione Puglia e Pfizer costituiscono una partnership della durata di tre anni, ispirata ai seguenti principi: appropriatezza delle cure, prevenzione delle malattie cronico- degenerative, organizzazione dell’assistenza per patologie in fase acuta, nonché individuazione di percorsi diagnostico-terapeutici per le patologie in fase cronica, ed efficacia dell’organizzazione dei servizi sanitari territoriali.
Obiettivo del progetto è quello di migliorare la qualità e l’efficacia dell’assistenza sanitaria, coniugando l’esigenza di salute e di qualità della vita del paziente con i vincoli di sostenibilità economica; ciò si traduce in garanzia delle cure, basata sulle evidenze scientifiche disponibili, e in un progressivo miglioramento dell’efficienza del processo di assistenza nelle patologie croniche.

Punto centrale della partnership è la realizzazione del Progetto Leonardo: un piano di cooperazione nel territorio regionale, che imposti, tra le altre attività, programmi di prevenzione, di disease management delle principali patologie, di formazione degli operatori sanitari, nonché iniziative di prevenzione rivolte alla popolazione.
Nello specifico, nel protocollo d’intesa del Progetto Leonardo è prevista la realizzazione e lo sviluppo delle seguenti attività:

A. Progetto regionale di telecardiologia, in collaborazione con il Servizio di Emergenza 118 della Regione Puglia, che prevede, a partire dal 1° Ottobre 2004, di dotare tutte le ambulanze del Servizio 118 di apparecchiature per l’effettuazione di ECG e per la relativa refertazione a distanza.
B. Collaborazione con l’Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Puglia (Ares) per l’individuazione di percorsi diagnostico-terapeutici per le patologie croniche, in considerazione dell’esperienza nel campo dei modelli di assistenza integrata che Pfizer ha maturato con altri enti pubblici negli Stati Uniti e nel Regno Unito.
C. Collaborazione con l’Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Puglia per la creazione ed organizzazione di una équipe regionale composta da personale qualificato, beni di supporto all’attività e programmi operativi i cui compiti saranno definiti e soggetti alla direzione dell’Ares. Il primo impegno dell’équipe, al lavoro già da diversi mesi, è stato la stesura delle linee guida diagnostico-terapeutiche per la depressione nell’adulto e nel bambino, di prossima applicazione su tutto il territorio regionale.
D. Applicazione di metodologie e tecnologie innovative di disease and care management per la gestione, il monitoraggio e la misurazione di efficacia ed efficienza dei processi assistenziali per le patologie ad alto impatto sociale ed economico (diabete, scompenso cardiaco, ipertensione, etc.).

La graduatoria dei medici per il “118” su BUR del 23 settembre



La graduatoria dei medici per il servizio “118” è pronta e sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione n. 114 del 23 settembre prossimo.
Il relativo bando è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione n. 64 del 27 maggio scorso. L’istruttoria ha avuto inizio alla fine di giugno. Sono state esaminate 786 domande pervenute, della quali 470 non sono state ammesse. E’ stata stilata una graduatoria regionale anticolata in quattro sottograduatorie in base ai requisiti richiesti. Il relativo atto dirigenziale di approvazione è il n. 467 del 16 settembre scorso. Il provvedimento, come detto precedentemente, sarà pubblicato sul BUR n. 114 di giovedì 23 settembre.